Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Voli e crociere, Sicilia in rampa di lancio
di Rosario Battiato

Dati Enac: nel 2014 Catania si è confermato sesto scalo nazionale per numero di passeggeri e primo per crescita. Sono oltre 16mila i passeggeri della flotta MSC Crociere nel corso delle vacanze pasquali

Tags: MSC Crociere, Enac, Turismo



PALERMO – Dal mare e dal cielo arrivano numeri confortanti per le attività produttive di Sicilia. Per l’Isola, infatti, crescono i flussi di turisti nell’aeroporto di Catania, ormai stabilmente sesto scalo nazionale per passeggeri anche nel 2014, e si prevedono grandi numeri per le crociere di Pasqua tra Palermo e Messina, che fanno ben sperare in attesa dell’arrivo dell’alta stagione.
L’Enac ha diffuso i dati di traffico relativi al 2014, che evidenziano una ripresa del settore: oltre 150 milioni di passeggeri sono transitati negli aeroporti nazionali nazionali, facendo registrare un aumento del 4,7% rispetto al 2013.
 
Nell’analisi dei 45 aeroporti nazionali uno spazio speciale è dedicato alla top ten per numero di passeggeri. In cima troviamo Roma Fiumicino con 38,2 milioni di passeggeri, un dato in crescita del 6,5%, e un’incidenza sul totale del 25%. Seguono i due scali milanesi di Malpensa e Linate, rispettivamente con 18,6 e 8,9 milioni di passeggeri, pari al 12,4 e al 6%. Al quarto posto c’è ancora un aeroporto dell’area lombarda, Bergamo, che pur facendo registrare un calo del 2,1% rispetto all’anno precedente, mantiene comunque 8,6 milioni di passeggeri. Dopo Venezia, al quinto posto, rintracciamo proprio Catania con 7,2 milioni di passeggeri, una fetta che vale poco meno del 5% del totale nazionale. Lo scalo etneo si piazza al primo posto, all’interno della top ten nazionale, per variazione positiva con un 14,4% rispetto al 2013. Dopo Catania seguono Bologna, Napoli, Roma Ciampino e quindi Pisa.

Complessivamente risulta aumentato anche il numero dei movimenti aerei (decollo o atterraggio di un aeromobile su un aeroporto) dell’1% rispetto al 2013, per un totale di 1,3 milioni di movimenti. Cresce in maniera più consistente, invece, l’aumento del trasporto cargo (merce + posta) con un totale di 901mila tonnellate, il 7,1% in più del 2013. Per il trasporto cargo, Milano Malpensa si conferma l’aeroporto maggiormente utilizzato, seguito da Roma Fiumicino e da Bergamo. Per il traffico commerciale non di linea, ovvero charter e aerotaxi, l’aeroporto con maggior numero di passeggeri è Milano Malpensa, seguito da Verona. 

Nella graduatoria generale dei vettori troviamo Ryanair (26,1 milioni di passeggeri), seguita da Alitalia (23,3) e da Easyjet (13,3). Scomponendo la classifica in traffico nazionale e internazionale, scopriamo che le prime due posizioni si ribaltano nel traffico all’interno del perimetro nazionale con Alitalia in vetta (12,8 milioni di passeggeri), e si confermano nel secondo caso con la compagnia irlandese che si prende la vetta maggiore con 17,1 milioni di passeggeri.  

La sezione dedicata alla graduatoria dei passeggeri commerciali nei collegamenti nazionali vede la Sicilia occupare ben quattro delle prime cinque tratte nazionali. Al primo posto troviamo Catania-Roma Fiumicino (944mila passeggeri), seguita da Roma Fiumicino-Catania (917mila), da Palermo-Roma Fiumicino (740.857) e Roma Fiumicino-Palermo (740.612).

In attesa delle sorprese della stagione estive, anche le crociere pasquali potrebbero avere un impatto positivo sul sistema produttivo isolano. “Il mercato italiano resta strategico per la Compagnia – si legge in un comunicato di MSC Crociere - sia in termini di passeggeri sia in termini di scali e luoghi da visitare”. Nel periodo ci saranno ben 4 navi nel Mediterraneo, di cui 3 ammiraglie da oltre 4.000 passeggeri, che effettueranno 17 toccate nei porti italiani movimentando 79.000 passeggeri. Tra i porti interessati anche Palermo e  Messina. Nell’Isola verranno movimentati circa 16mila passeggeri nel corso degli scali compresi tra il 31 marzo e il 7 aprile. Ben 12mila per il porto del capoluogo, più di 4mila per nell’area dello Stretto.

Articolo pubblicato il 03 aprile 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus