Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Spesa pubblica, illeciti per 1 mld
di Patrizia Penna

GdF Sicilia 2014: metà maltolto riconducibile a danno erariale. Reati contro Pa: 335 pubblici ufficiali infedeli, 65 nel 2013. Il Comandante Ignazio Gibilaro: “Garantire alla collettività un servizio adeguato alle risorse impegnate”

Tags: Spesa Pubblica, Regione Siciliana, Guardia Di Finanza



Cifre da capogiro quelle che emergono dal bilancio dell’attività operativa svolta dalle Fiamme gialle in Sicilia nel 2014 a tutela della spesa pubblica. È di oltre un miliardo il maltolto. Illeciti e condotte criminose che hanno come obiettivo primario quello di depredare il denaro pubblico, a danno dei contribuenti onesti.
Tra le voci più significative c’è quella legata alla responsabilità per danno erariale che è stata complessivamente pari a 480 milioni di euro.
Sul fronte dei reati contro la pubblica amministrazione è boom di casi di peculato: 224 le violazioni penali riscontrate. Gli accertamenti svolti hanno consentito di quantificare il valore delle condotte di peculato in complessivi € 53,3 milioni, che si sommano ai 90 mila € legati a corruzione e concussione. 335 i pubblici ufficiali coinvolti. Nel 2013 erano “appena” 65.
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui)

Articolo pubblicato il 16 maggio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus