Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Istria, luogo ideale per trascorrere le vacanze
di Nicoletta Fontana

Il 31 maggio a Buie si svolgerà una degustazione di vini. La zona tra Umago e Cittanova è ricca di eccellenti cantine

Tags: Istria



L’Istria coniuga coste chilometriche di spiagge accarezzate da un mare cristallino, colorati villaggi di pescatori dell’entroterra e antichi borghi ricchi di cultura e storia diventando così un luogo ideale per trascorrere le vacanze estive.  Qui sorgono le quattro perle dell’Adriatico: Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie, che anno  quest’anno  sono protagoniste della “Gnam –Gnam Festa, una manifestazione gastronomica che mette in scena le prelibatezze locali.

Venerdì 5 e sabato 6 giugno 2015  a Cittanova, davanti al porto di Mandracchio verrà allestita una tavolata lunga un centinaio di metri in cui faranno sfoggio per i degustatori appassionati piatti deliziosi piatti a base di capesante e frutti di mare, tutti pronti per essere assaggiati, ma anche per acquistarli a prezzi convenienti.

Accanto alla lunghissima tavolata, l’atmosfera di gioia continua perchè i  pescatori del paese organizzeranno una festa con cibi tradizionali della cucina istriana, sempre a base di pesce, con la possibilità di innaffiarli con vini locali.

Oltre alle degustazioni si avrà la possibilità di ammirare lo show-cooking eseguito dai migliori chef della zona, mentre una musica tradizionale e balli folkloristici, accompagnati da animazione per i più piccoli faranno di queste giornate all’insegna delle capasante un momento goliardico anche per i più piccini.

Da non perdere il goloso mercatino che oltre alle prelibatezze locali saranno in vendita manufatti e originali oggetti tipici dell’artigianato locale.

Il 31 Maggio a Buie sarà la volta della degustazione dei vini. La zona tra Umago e Cittanova  è ricca di eccellenti cantine, e nella giornata del vino si ha la possibilità a cantine aperte di fare un percorso enologico in cui poter degustare le ottime qualità autoctone, come la Malvasia bianca, il rosso Terrano, e soprattutto il Moscato di Momiano.

A fine giugno aprirà i battenti il Festival mobile delle “ melodie dell’Istria e del Quarnero”. Quest’anno la carovana del MIK fermandosi ad Umago la quarta sera, ovvero il 23 giugno. In piazza della Libertà a Umago verranno presentati i 20 musicisti in gara e le loro canzoni potranno essere valutate dal pubblico esprimendo la propria preferenza su una scheda, mentre nella serata finale, verranno proclamate le tre canzoni più votate nel corso di tutte le serate del festival. La cosa straordinaria di questo festival è che malgrado il passare delle generazioni, il festival ha saputo conservare ciò che lo rende vitale, ovvero l’amore per la canzone e il dialetto dell’Istria, del Quarnero e delle isole.

Dopo tanta allegria all’insegna del cibo, del vino e del canto consiglio ai più romantici una tappa al Faro di Salvore tra Umago e Salvore.

Anche se non è completamente isolato e inaccessibile, il Faro di Salvore offre quella pace e quel mistero tipico dei fari del mondo, pronto a raccontare la ricca storia della zona di Umago e di Salvore lunga quasi due secoli.

Articolo pubblicato il 29 maggio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus