Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Regione: pensioni 3,5 volte più dei privati
di Liliana Rosano

In Sicilia il regime previdenziale vìola il principio di uguaglianza di cui all’articolo 3 della Costituzione. Al mese 3.287 € a ex regionali contro 937 € ad autonomi e dipendenti di aziende

Tags: Regione Siciliana, Pensione



A un mese e mezzo dal termine di scadenza (14 luglio 2015) per la domanda di prepensionamento concessa ai dipendenti regionali che abbiano maturato i requisiti, in deroga alla riforma del calcolo delle pensioni dei regionali, esaminiamo quanto di fatto esse siano state delle pensioni di lusso fino ad oggi. E sicuramente, almeno fino al 2020 saranno delle pensioni privilegiate. Basti pensare che in media un dipendente privato in pensione percepisce 937 euro al mese lordi, mentre un ex regionale 3.287 euro, ben 3,5 volte di più. Più ricco, quest’ultimo, anche di un qualsiasi altro dipendente pubblico non regionale (statale o di ente locale) in pensione, il quale percepisce 1.946 euro. Insomma si è mantenuta per anni una vera e propria violazione del principio di uguaglianza di cui all’articolo 3 della Costituzione.
 

Articolo pubblicato il 11 giugno 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus