Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Microcredito, ossigeno per le imprese sotto i 5 dipendenti
di Serena Giovanna Grasso

Click day al via dal 27 maggio. Possibilità di “prenotare” il finanziamento fino all’esaurimento dei 40 milioni di € di risorse. Non più di 5 anni di vita e non più di 5 dipendenti per ottenere 25 mila €, incrementabili di altri 10 mila

Tags: Impresa, Microcredito, Finanziamento



PALERMO – Nuove possibilità per gli imprenditori che intendono potenziare la propria attività aziendale. Lo scorso 27 maggio è scattato il click day per le operazioni di microcredito, finalizzate ad ottenere finanziamenti della durata massima di sette anni garantiti dallo Stato fino a 25 mila euro, in alcuni casi fino a 35 mila euro. Si tratta di operazioni inquadrate nell’ambito del Fondo di garanzia centrale per il microcredito, il cui scopo è quello di sostenere lo sviluppo della microimprenditorialità favorendone l’accesso alle fonti finanziarie, come previsto dai decreti del ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, del 24 dicembre 2014 e del 18 marzo 2015.
Ma procediamo con ordine ed esaminiamo tutti requisiti che l’imprenditore deve possedere e tutte le procedure da rispettare al fine di poter godere della garanzia.

Chi può richiedere la garanzia?
Possono farne richiesta le imprese già costituite o i professionisti già titolari di partita iva da non più di cinque anni, iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Mise (ministero per lo Sviluppo economico), con un organico non superiore ai cinque dipendenti, o dieci nel caso di società di persone e cooperative. Ulteriori limitazioni riguardano l'attivo patrimoniale (massimo 300.000 euro), i ricavi lordi (fino a 200.000 euro) e livello di indebitamento (non superiore a 100.000 euro).
Inoltre, saranno ammesse alla garanzia del fondo le imprese le cui finalità del finanziamento ineriscono l’acquisto di beni e servizi direttamente connessi all’attività svolta, al pagamento di retribuzione di nuovi dipendenti e al sostenimento dei costi per i corsi di formazione.

Ammontare massimo del finanziamento e copertura massima della garanzia senza commissioni
I finanziamenti possono avere una durata massima di 7 anni e non possono eccedere il limite di euro 25.000 per ciascun beneficiario, limite che sale a 35 mila euro qualora il finanziamento preveda l’erogazione frazionata. Inoltre, è possibile concedere al beneficiario più finanziamenti, purché la somma complessiva non superi i 25 mila euro, in alternativa qualora si applichi il limite superiore i 35 mila euro.
 La copertura della garanzia per tutte le operazioni di microcredito è quella massima prevista in base alla normativa in vigore: ovvero, il Fondo interviene fino all’80% dell’ammontare del finanziamento concesso. La concessione della garanzia è completamente gratuita, non comportando il pagamento di alcuna commissione al Fondo.

Gli ulteriori benefici riservati ai fruitori del finanziamento
I beneficiari del finanziamento possono godere di almeno due dei servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio prestati dai soggetti che erogano l’operazione di microcredito: per la precisione, i servizi riguardano il supporto alla definizione della strategia di sviluppo, la formazione sulle tecniche di amministrazione o sull'uso di tecnologie avanzate, la definizione di strategie di marketing, il supporto per la soluzione di problemi legali, fiscali e amministrativi o per l'individuazione di criticità del progetto finanziato.

Le procedure da seguire per ottenere la garanzia
Le imprese dovranno innanzitutto registrarsi inserendo nome, cognome, codice fiscale e indirizzo e-mail al sito
. In secondo luogo, sarà necessario effettuare la prenotazione  indicando esclusivamente codice fiscale, ragione sociale, forma giuridica, posta elettronica certificata, e-mail e importo dell’operazione.
La prenotazione non comporta automaticamente la concessione di una garanzia né del connesso finanziamento. Infatti, il soggetto beneficiario ha cinque giorni di tempo per  trovare un soggetto disponibile a concedere il finanziamento e a confermare on line la prenotazione. Il soggetto in questione da ricercare sarà la banca, o un intermediario finanziario vigilato, o un intermediario di microcredito, tutti abilitati alla presentazione delle richieste di garanzia al Fondo. Dopo la conferma della garanzia, entro 60 giorni deve essere presentata la richiesta di ammissione alla garanzia da parte di un soggetto abilitato ad operare con il Fondo.
Già dallo scorso 27 maggio è possibile prenotarsi per ottenere la garanzia. Le prenotazioni si chiuderanno nel momento in cui si esaurirà il plafond di 40 milioni di euro, di cui circa 10 milioni derivanti dai versamenti effettuati dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle. Se la prenotazione scade per mancanza di conferma entro i termini, il relativo importo viene cancellato dal plafond occupato ed è possibile effettuare una nuova richiesta.

Articolo pubblicato il 17 giugno 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐