Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

Esporteremo i rifiuti. Pagando
di Rosario Battiato

Discariche stracolme e neanche un impianto di produzione energetica. Le bollette lieviteranno di almeno 65 mln. Martedì scadrà l’ennesima proroga alle Ato, ma le Ssr non sono operative

Tags: Rifiuti, Sicilia, Regione Siciliana



PALERMO – Il sistema Ato ha la data di scadenza del 14 luglio. Se il futuro gestionale è assolutamente incerto - non potranno esserci altre proroghe – anche lo stato di salute di quello impiantistico pare annacquato dalle criticità perché gli impianti continuano a chiudere e i nuovi non saranno pronti prima dei prossimi mesi. Le ipotesi sul futuro si sprecano e variano dal commissariamento romano alla possibilità di esportare i rifiuti con costi esorbitanti che ricadrebbero su tutti gli isolani.
La Regione, intanto, predica calma e resta in stretto contatto col governo romano per trovare una soluzione entro una settimana. Per l'assessore Vania Contrafatto l'esportazione resta l'extrema ratio, mentre si tenta di insistere sulla strada dei nuovi impianti di trattamento meccanico-biologico. Il futuro, quel poco che resta, è assolutamente incerto.

Articolo pubblicato il 08 luglio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐