Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Digitalizzazione settore turismo, via alla presentazione di istanze
di Redazione

Ad oggi ricevute 1.500 domande per il riconoscimento del credito d’imposta. Tutte le informazioni, tutorial e domande frequenti consultabili online

Tags: Credito D'imposta, Turismo



ROMA - Il ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo rende noto che secondo i dati aggiornati a oggi sono state ricevute 1.500 istanze per il riconoscimento del credito d’imposta per la digitalizzazione del settore turistico per un totale di 6.396.210 euro a fronte di 15.000.000 di euro di disponibilità per l’anno finanziario 2014.

I termini per la presentazione delle istanze scadranno il 24 luglio. Il successo dell’operazione è misurabile dal fatto che già nei primi minuti di ieri le domande ricevute sono state 1.213, per poi salire rapidamente a 1.370 e crescere poi fino alla quota di questa mattina.

“La forte adesione che stiamo registrando - afferma il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini al seminario Istat Patrimonio culturale, identità del Paese e inestimabile opportunità di crescita - indica quanto fosse atteso questo provvedimento, che sostiene l’industria turistica nazionale nel colmare il divario digitale con i competitori più agguerriti”.

Tutte le informazioni, compreso un tutorial e una lista di domande frequenti, sottolinea una nota, sono disponibili al link http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenut i/Avvisi/visualizza_asset.html_307212595.html.

Il tax credit per la digitalizzazione è stato introdotto con la legge Art Bonus e prevede la deducibilità del 30% delle spese sostenute dalle imprese del comparto per la realizzazione di servizi on line per la promozione e la commercializzazione dell`offerta turistica.
Intanto, nei giorni scorsi Cristiano Radaelli, commissario straordinario dell`Enit, ha fornito alcuni dati sul settore. “Il turismo mondiale è un settore che continua a godere di buona salute, con un trend in costante crescita: nel 2014 ha registrato 1,135 miliardi di arrivi internazionali, con un incremento del 4,4% rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda l’Italia, nell’arena della competizione tra mete turistiche internazionali, la graduatoria 2014 conferma il nostro Paese al 5° posto per gli arrivi di turisti stranieri e al 6° posto per gli introiti”.

Nel settore dei viaggi, il cambiamento delle abitudini e dei consumi sta determinando una crescente “indipendenza” del turista. Si creano così nuovi segmenti di clientela che è possibile intercettare solo dotandosi di strumenti tecnologicamente avanzati che permettano, in particolare al turista straniero, di conoscere e “acquistare” l`Italia. Le attitudini e i comportamenti dei viaggiatori sono infatti sempre più “social” e “digital”. “In questo senso il digitale diventa un driver competitivo assai potente”.

Articolo pubblicato il 16 luglio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐