Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Camera restituirà al Bilancio dello Stato 34,7 milioni di euro
di Redazione

Prosegue il ridimensionamento della spesa e dei costi della politica. Il Questore della Camera dei Deputati Stefano Dambruoso ha presentato il conto consuntivo relativo al 2014 e il bilancio di previsione per il 2015

Tags: Stefano Dambruoso, Camera Dei Deputati



ROMA (askanews) - Il Questore della Camera dei Deputati Stefano Dambruoso ha sottolineato gli sforzi compiuti fino ad oggi nel ridimensionamento della spesa e dei costi della Camera dei deputati: "Oggi nel conto consuntivo relativo al 2014 e nel bilancio di previsione per il 2015, presentati in aula dal Collegio dei Questori da me coordinato, sono stati evidenziati significativi effetti strutturali del programma perseguito fin dall'inizio della legislatura. Infatti, in linea con quanto avvenuto negli anni precedenti, anche quest'anno è stato confermato l'impegno degli Organi di direzione politica nell'attuare il processo di contenimento e razionalizzazione della spesa per il funzionamento dell'Istituzione parlamentare".

"La buona amministrazione della Camera dei Deputati, perseguita in questi anni anche mediante un costante controllo della spesa, permetterà nel 2015 di restituire al Bilancio dello Stato 34,7 milioni di euro, di cui 25 milioni di euro provengono da una quota dell'avanzo di gestione accertato per l'esercizio 2014 e 9,75 milioni di euro dalle trattenute operate sui trattamenti previdenziali. Inoltre - ha proseguito Dambruoso -, le spese future nel 2015 saranno il 4,87% in meno rispetto all'anno scorso, anche grazie ad una oculata spending review che ha interessato varie voci, a partire dalla spesa per i deputati ed il personale, fino alle bollette elettriche, acqua e gas".

"Tali risultati gestionali di indubbio rilievo", ha concluso Dambruoso, ribadendo il proprio impegno nel processo di ridimensionamento della spesa e dei costi della politica, "sono tuttavia suscettibili degli ulteriori miglioramenti rivenienti da una sempre più oculata programmazione nonché dal costante monitoraggio della spesa operato in stretta collaborazione con l'Amministrazione della Camera dei Deputati".

Articolo pubblicato il 20 luglio 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus