Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Rinnovabili inutili senza la buona rete
di Rosario Battiato

In quattro anni la produzione di energia da fonte verde in Sicilia è aumentata del 50%, ma la burocrazia frena Terna. A Palazzo dei Normanni impianto geotermico che ha ridotto i consumi del 60%

Tags: Energia, Rinnovabili, Green Economy



PALERMO – Le criticità della rete elettrica isolana non sono una novità. Non lo sono ormai da molti anni. Eppure la Sicilia non sta soltanto affrontando le conseguenze legate alla sicurezza di esercizio del sistema elettrico, ma subisce anche le difficoltà che giungono dalla necessità di modulare la produzione da fonte rinnovabile.
Lo rivelano i tecnici del dipartimento Energia dell'omonimo assessorato regionale, che sottolineano la presenza di una rete che non sostiene la produzione verde anche a causa della sua scarsa programmabilità.
Intanto le infrastrutture dell'energia individuate da Terna per trovare soluzioni adeguate continuano a infrangersi tra burocrazie e proteste locali.
Ne pagano le conseguenze i cittadini, e soltanto i siciliani, e le imprese, penalizzati da un sistema largamente inadeguato. Un conto salato anche in termini economici che si estende al sistema Paese.

Articolo pubblicato il 19 settembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐