Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Assessori e dg regionali convocati da Maurizio Graffeo
di Raffaella Pessina

Audizione il 6 ottobre dal presidente delle Sezioni riunite della Corte dei Conti. Per la verifica dei conti della Regione prima della chiusura 2015

Tags: Ars, Corte Dei Conti, Maurizio Graffeo



PALERMO - Tutti convocati dalla Corte dei Conti. Il presidente Maurizio Graffeo, per procedere alla verifica dello stato dei conti pubblici della Regione prima della chiusura dell’esercizio finanziario 2015, ha deciso di convocare a sezioni riunite l’assessore all’economia Baccei nonché l’assessore alla Salute Gucciardi, il ragioniere generale della Regione e i dirigenti generali della Programmazione, dell’Agricoltura e della Formazione, ovvero quelli responsabili dell’impiego dei fondi europei, per martedì prossimo nella sede di via Notarbartolo alle 9.30. Dai rilievi fatti dalla Corte dei Conti ne potrebbe derivare anche un aggiustamento dei documenti finanziari.

Intanto i lavori parlamentari a Palazzo dei Normanni riprenderanno martedì della prossima settimana con all’ordine del giorno il seguito della discussione della mozione n. 462 sulla Istituzione di una Commissione parlamentare di indagine sulla gestione del sistema dei rifiuti in Sicilia. Un mozione che nell’ultima seduta ha fatto molto discutere, visti i numerosi interventi dei parlamentari che si sono alternati a prendere la parola.
 
A seguire è prevista la discussione della mozione n. 463 sulle iniziative nei confronti del Governo nazionale per prevenire e contrastare l’aumento degli illeciti connesso ai flussi migratori e assicurare un’ordinata gestione dell’accoglienza dei migranti aventi titolo. Due invece i ddl che dovranno essere esaminati: il n. 698 sulle “Norme per il riconoscimento della professione e disciplina dei contenuti formativi per l’esercizio delle attività della subacquea industriale” e il ddl che comprende due documenti ( 853 e 515/A) su “Modifiche alla legge regionale 14 aprile 2009, n. 5 – Accorpamento dell’Ospedale Piemonte all’Irccs Bonino Pulejo di Messina”.

Il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone ha convocato per martedì, prima della seduta d’Aula il cui inizio è previsto per le 17, la conferenza dei capigruppo per discutere del nuovo assetto delle commissioni parlamentari e dei loro uffici di presidenza. I presidenti dei gruppi parlamentari hanno raccolto le sollecitazioni di Ardizzone e hanno presentato le liste con i nomi dei componenti. Mancherebbe all’appello solo Forza Italia che sicuramente provvederà quanto prima. Le commissioni dovranno poi riunirsi per eleggere i loro uffici di presidenza alla luce della nuova geografia dell’Ars che vede l’ingresso di Ncd nella maggioranza.

Il partito di Alfano conta di recuperare la presidenza di due commissioni. In vista del rinnovo Giovanni di Giacinto, capogruppo del Megafono-Pse ha diffuso una nota in cui dichiara di aver già provveduto a consegnare le indicazioni per ogni singolo organismo.
 
“Auspichiamo – scrive - che ad horas il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone provveda ad insediare le nuove commissioni del parlamento regionale. Per la commissione Affari Istituzionali abbiamo indicato il deputato Antonio Malafarina, per la commissione Bilancio sarò io stesso il componente, per la commissione Lavoro e per la commissione Territorio ed Ambiente è stato indicato il deputato Marco Forzese, per la commissione Sanità il deputato Nino Oddo ed infine per la commissione Ue il vice presidente Ars Antonio Venturino".

Sempre la prossima settimana verrà esaminato in commissione Bilancio il Def (Documento economico finanziario e proprio martedì l’Assessore all’Economia Alessandro Baccei svolgerà la propria relazione in commissione di merito. Tutti i partiti e non solo hanno commentato il documento. Critico il Movimento Cinquestelle. “Per l’assessore Baccei – ha detto Giancarlo Cancelleri - doveva essere l’anno della svolta, con un Pil finalmente in minuscola crescita. Invece viaggiamo nella direzione diametralmente opposta con un prodotto interno lordo in calo del 2 per cento, cosa che ha costretto l’assessore a rivedere i suoi conti. Il nuovo documento di programmazione economica e finanziaria riporta ora cifre in negativo a dispetto di quelle che erano circolate in precedenza. I conti ormai sono fuori controllo, la politica delle toppe in un vascello ormai pieno di enormi falle non funziona più. Così si può solo andare a fondo. E cosa si fa dalle parti di palazzo d’Orleans? Si discute di rimpasti. Come dire conclude Cancelleri - l’orchestrina continua a suonare mentre il Titanic affonda”.

Critiche anche dai sindacati Cgil, Cisl e Uil. “Il Dpef 2016- 2018 conferma che la situazione in Sicilia è drammatica”.

Articolo pubblicato il 03 ottobre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Maurizio Graffeo, Presidente sezione di Controllo Corte dei Conti Sicilia
Maurizio Graffeo, Presidente sezione di Controllo Corte dei Conti Sicilia