Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Comune di Palermo: rivoluzione digitale nel dialogo tra utenti e Ufficio Tributi
di Redazione

Sono oltre 52 mila i cittadini e i professionisti che si sono registrati nel portale di servizi telematico attivato dall’Ente. Introdotti servizi all’avanguardia come Cassetto tributario e prenotazione on line degli appuntamenti

Tags: Palermo, Ufficio Tributi



PALERMO - Sono più di 52 mila i cittadini e i professionisti che si sono registrati al portale dei servizi del Comune, molti dei quali per poter dialogare direttamente con l'Ufficio Tributi, senza doversi recare fisicamente presso gli uffici preposti ed evitare estenuanti code allo sportello.

Il dato, fornito da Sispi, che ha curato un sondaggio on line, indica una vera e propria rivoluzione digitale, resa possibile dall'introduzione di servizi all'avanguardia come il cosiddetto Cassetto tributario, l'Estratto conto tributario, i servizi di Prenotazione online appuntamenti con l'ufficio Tributi e Presentazione online istanze Imu/Tasi/Tari.

Nello specifico, i dati raccolti indicano che il 68% degli utenti registrati è rappresentato da uomini e che la maggior parte di loro ha un'età compresa tra i 56 e i 65 anni. Per quanto riguarda il livello di istruzione, emerge che si tratta soprattutto di diplomati (46%) o laureati (43%). In gran parte sono dipendenti (42%) o pensionati (30%). Il 10% sono professionisti.

Tra i servizi già erogati, i più utilizzati sono, in ordine decrescente, la verifica della posizione tributaria, la richiesta di informazioni, consegne, dichiarazioni e istanze, i reclami, le segnalazioni, e altro.

Ben il 98% ha usufruito del servizio di prenotazione appuntamento on-line e, di questo, il 96% ha dato parere positivo. Il 56% è registrato al Cassetto tributario e l'80% è soddisfatto del servizio. Chi non lo ha ancora fatto reputa utile il servizio e pensa di iscriversi.

Per quanto riguarda gli sportelli, i dati mostrano che la gran parte degli utenti raramente è costretta a tornare due volte per lo stesso problema e si ritiene soddisfatta della chiarezza delle informazioni ricevute, della tempestività delle risposte e della competenza e preparazione del personale. Il 75% degli utenti, inoltre, risponde di non aver mai chiamato il call center, nè aver mai utilizzato i Totem self service presenti agli sportelli. Chi lo ha fatto, comunque, per l'85% si ritiene soddisfatto.

“Ancora in questi giorni – ha dichiarato l'assessore Luciano Abbonato - mentre stiamo invitando migliaia di cittadini a regolarizzare la propria posizione relativamente ai tributi per evitare maggiori sanzioni, vediamo che parecchi, circa 400 nell'ultima settimana, stanno scegliendo il canale telematico per dialogare con l'Amministrazione e adempiere ad alcune formalità”.

"È indubbio – ha commentato anche il sindaco Leoluca Orlando - che fornire servizi innovativi e di facile utilizzo facilita il rapporto tra cittadino e Pubblica amministrazione, anche quando l'oggetto è quello più spinoso delle tasse, riducendo il livello di evasione a beneficio di tutta la collettività”.

Articolo pubblicato il 24 novembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus