Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Redditi degli amministratori, Orlando conferma il primato
di Gaspare Ingargiola

Sul podio, insieme al sindaco della città, gli assessori Francesco Maria Raimondo e Giuseppe Gini. Sul sito del Comune le dichiarazioni patrimoniali della Giunta comunale

Tags: Palermo, Leoluca Orlando, Francesco Maria Raimondo, Giuseppe Gini



PALERMO - Anche nel 2014 il sindaco Leoluca Orlando si è confermato l’amministratore più ricco di Palazzo delle Aquile. Sul podio gli assessori Francesco Maria Raimondo e Giuseppe Gini, subentrati a maggio 2014 al posto di Giuseppe Barbera e Tullio Giuffrè, al pari di Emilio Arcuri (che ha sostituito Agata Bazzi), mentre Andrea Cusumano ha preso il posto di Francesco Giambrone quattro mesi dopo.
 
È quanto si evince dalle ultime dichiarazioni patrimoniali e dei redditi pubblicate di recente sul sito istituzionale del Comune.
Nel 2014 il Professore ha avuto un reddito di 231.549 euro comprensivo di un’indennità di carica di 121.198,20 euro. Raimondo, delegato al Verde, ha dichiarato al fisco 153.506 euro con 25.931,36 di indennità da maggio a dicembre, mentre Gini, messo a capo di Urbanistica, ha dichiarato 149.153 euro (con un’indennità da maggio a dicembre di 51.862,71 euro), tre comproprietà (un fabbricato e un terreno a Custonaci e un fabbricato a Palermo) e una Polo del 2003.
 
Ai piedi del podio ecco l’assessore all’Ambiente Cesare Lapiana, il cui reddito nel 2014 ammontava a 141.448 euro (con un’indennità di 83.172,26 euro). Al quinto posto il collega che gestisce il Bilancio, Luciano Abbonato, con 116.993 euro di cui 78.778,80 per indennità di carica.

Un gradino più in basso si piazza l’addetto alla Mobilità, Giusto Catania, con i suoi 91.699 euro, due fabbricati di proprietà a Palermo e una Lancia Musa del 2005: la sua indennità per l’anno fiscale preso in considerazione ammonta a 52.519,20 euro. Al settimo posto troviamo il vicesindaco Arcuri con delega ai Lavori Pubblici, che nel 2014 ha dichiarato 87.300 euro (con un’indennità di carica di 29.920,78 euro da maggio a dicembre), subito dopo ecco la responsabile della Scuola, Barbara Evola, con 79.074 euro (l’indennità di carica è pari a 78.778,80 euro). Al nono posto c’è la delegata alle Attività Sociali Agnese Ciulla, che ha dichiarato 78.799 euro (e ha avuto la stessa indennità di Evola), il decimo è occupato da Giovanna Marano di Attività Produttive, con un reddito nel 2014 di 64.713 euro nel quale è compresa un’indennità di carica di 48.908,51 euro, mentre la situazione patrimoniale vede un fabbricato a Palermo e uno a Catania.

Chiude la speciale classifica l’assessore alla Cultura Cusumano: nel 2014 ha percepito un’indennità di carica di 23.305,40 euro da settembre a dicembre per un reddito complessivo di 27.576 euro.

Articolo pubblicato il 21 gennaio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus