Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Rinnovabili: no Piano, no sviluppo
di Rosario Battiato

L’ultima programmazione energetica regionale risale al 2009. Intesa Regione-Università-Enea-Cnr per aggiornarla. Potenzialità enormi: da 4 a 8 mld d’investimenti e 25 mila nuovi posti fino al 2023

Tags: Energia, Eolico, Rinnovabili, Incentivi, Fotovoltaico, Enea, Cnr



PALERMO – La Sicilia ha grandi potenzialità nello sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili. Ma per attuarlo, ha bisogno dello strumento principale: il Piano regionale. Quello  salutato con enfasi nel 2009, oltre che datato, è stato accantonato.
Per perseguire gli obiettivi di carattere energetico, socio-economico e ambientale a partire dall’analisi del sistema energetico e dalla ricostruzione del Bilancio energetico regionale (Ber), la Regione ha siglato nelle scorse settimane un’intesa con le Università siciliane, l’Enea e il Cnr. Priorità al potenziamento delle fonti non ancora adeguatamente utilizzate, come bioenergie e geotermia, e più attenzione all’intero comparto che, tra risparmio energetico, efficientamento e rinnovabili, potrà rendere l’Isola il cuore verde d’Italia. Sono questi gli obiettivi che l’assessore Contrafatto ha svelato al QdS e che potrebbero rappresentare una delle attese svolte.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 29 aprile 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus