Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ecco i bonus ancora disponibili per l'efficientamento energetico
di Bartolomeo Buscema

Previsti grazie alla legge di Stabilità 2016 una serie di incentivi prorogati fino al 31 dicembre. Detrazioni del 65% anche per gli interventi di adeguamento antisismico degli edifici

Tags: Efficientamento Energetico, Agevolazioni, Legge Di Stabilità



Da alcuni giorni è disponibile online il nuovo modello per presentare la propria dichiarazione dei redditi che quest’anno prevede, grazie alla legge n. 208 del 28 dicembre 2015 (legge di Stabilità 2016), una serie d’incentivi fiscali, prorogati fino al 31 dicembre 2016. Gli incentivi, lo ricordiamo, concernono la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico degli edifici, la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie, e la detrazione del 50% per l'acquisto di mobili.
Per meglio conoscere le spese detraibili di ogni contribuente che rientrano in tali incentivi, il portale ProntoPro.it ha pubblicato un vademecum che di seguito sintetizziamo.

1. Con il bonus ristrutturazioni è possibile usufruire di una detrazione del 50% per gli interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio di effrazione e intrusione. Si potranno così detrarre spese per lavori d’installazione di grate di ferro sulle finestre, vetri antisfondamento, casseforti a muro e porte blindate.

2. Con il bonus ristrutturazioni si possono anche ottenere rimborsi del 50%, sia per l’acquisto dei materiali  edilizi sia per le prestazioni professionali legate a perizie e sopralluoghi.

3. Chi acquista mobili all'estero, pagando con carta di credito o debito e documentando la spesa con fattura e ricevuta di avvenuta transazione, può usufruire del Bonus Mobili che prevede una detrazione del 50%. Ricordiamo che con il bonus mobili, si può ottenere la detrazione per i materassi, per lampade e lampadari, per mobili nuovi fatti su misura, per i letti, gli armadi, le cassettiere, le librerie, le scrivanie, i tavoli, le sedie, i comodini, i divani, le poltrone, le credenze, le cucine, i mobili per arredare il bagno e quelli per l’esterno. Nessun rimborso, al contrario, per porte e tende, ma anche per complementi di arredo o mobili usati e antichi.

4. Anche per la realizzare di un garage o un posto auto di pertinenza nel cortile condominiale c’è la detrazione per le ristrutturazioni del 50%.

5. Con il bonus ristrutturazioni, rientrano anche le spese per dotare l'immobile delle tecnologie robotiche in grado di migliorare la comunicazione e la mobilità interna ed esterna alla casa in cui vivono persone con gravi disabilità fisiche e motorie. La detrazione cui si ha diritto in questi casi è pari al 50% della spesa sostenuta.

6. Per chi realizza interventi antisismici su prime case o edifici adibiti ad attività produttive in zone ad alta pericolosità è prevista una detrazione è pari al 65% per le spese sostenute dal 4 agosto 2013.

7. Chi possiede  un immobile di valore storico o artistico e vuole adeguarlo alle esigenze funzionali di un uso contemporaneo, può farlo usufruendo di una detrazione del 50%. Al fine di valorizzare e conservare gli edifici storici è anche ammesso l’uso di materiali e tecnologie diverse da quelli originali a condizione che non contrastino con il carattere complessivo degli stessi.

8. Chi ha già effettuato dei lavori su un immobile beneficiando di un incentivo e intraprenda nuovi lavori di riqualificazione edilizia, può usufruire di un’altra detrazione con un limite complessivo di rimborso pari a 96.000 euro per unità immobiliare.

Articolo pubblicato il 04 maggio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐