Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Interventi di urbanizzazione: scossa dal Consiglio comunale
di Gaspare Ingargiola

L’Aula ha dato il via libera a una serie di provvedimenti che giacevano da tempo nei cassetti. Ok al Prusst della clinica Maddalena e al Piano particolareggiato di via Trabucco

Tags: Palermo, Urbanizzazione, Prusst



PALERMO - Il Consiglio comunale si è finalmente pronunciato su una serie di lottizzazioni, Prusst, urbanizzazioni, Piani particolareggiati e varianti urbanistiche che giacevano da tempo nei cassetti, in alcuni casi addirittura da decenni. Il Prusst della clinica Maddalena, per esempio, attendeva da 17 anni, il Piano particolareggiato di via Trabucco addirittura dal 1997.

Partiamo da quest’ultimo: coinvolge un’area di 43 mila metri quadrati classificata come “Zona commerciale D2” nel vecchio Piano regolatore, quello tuttora vigente in attesa di Palermo 2020. In quest’area ricade una decina di lotti con un’estensione non superiore ai tremila metri quadrati l’uno da destinare a centri direzionali commerciali e impianti produttivi con relative opere di urbanizzazione, come parcheggi, verde pubblico e viabilità - incluso l’allargamento di via Trabucco. La delibera sbloccherà gli investimenti degli imprenditori che hanno già comprato un terreno e da anni aspettano l’autorizzazione per realizzare un’attività (come un supermercato Eurospin, una rivendita di computer all’ingrosso e un’autorimessa per camion), tanto da aver presentato montagne di ricorsi per sollecitare l’approvazione.

Una buona fetta dell’aula ha protestato contro il provvedimento “perché non sono stati fugati in modo esaustivo – ha commentato in particolare Filippo Occhipinti dei Comitati civici - i dubbi sollevati in aula. In particolare, non abbiamo capito se nell’area in questione insistano presunti abusi edilizi e di che entità”.

“Il Consiglio comunale – ha aggiunto Pierpaolo La Commare del Movimento 139 - ha il dovere di dare una risposta ai cittadini che attendono, quale che essa sia. Nella sostanza questo Piano offre l’occasione per mettere ordine a un’area che oggi è una marmellata indistinta”.

Approvato poi un ordine del giorno che chiede all’Amministrazione di completare via Roentgen fino a viale Regione Siciliana. Via libera a due piani di lottizzazione a Mondello Valdesi e a San Lorenzo. Il primo riguarda un’area di 7mila metri quadrati in via Deianira, dove la ditta “Castellucci Maria Carolina” costruirà 12 villette bifamiliari. La seconda lottizzazione riguarda un’area di 7.500 metri quadrati in contrada San Lorenzo dove verranno costruite 8 villette bifamiliari. In cambio i proprietari dei lotti cederanno gratuitamente al Comune pezzi di terreno per aree verdi e parcheggi.

Voto favorevole anche per il Prusst della clinica Maddalena. Inizialmente la proposta prevedeva la realizzazione di un edificio multipiano con due piani cantinati, un piano seminterrato, un pianterreno e tre piani sopraelevati da destinare al Dipartimento per la diagnosi, prevenzione e cura dei tumori in età pediatrica per un totale di 54 posti letto, oltre alla realizzazione di un tunnel di comunicazione sotto la via San Lorenzo tra il nuovo edificio e la clinica Maddalena. Questo nel 1999.

Negli anni però il progetto si è trasformato. Prima nell’ampliamento dell’edificio esistente e nella costruzione di un parcheggio multipiano. L’ultima e definitiva versione del Prusst approvata da Sala delle Lapidi parla invece di un parcheggio pertinenziale a raso da 8 mila metri quadrati più quasi 5 mila metri quadrati di verde e di una camera mortuaria.

E veniamo alle due mini varianti urbanistiche relative all’ampliamento dei campi del Country club di via dell’Olimpo e dell’impianto sportivo polivalente del Centro Padre Puglisi a Brancaccio. “Si tratta di due piccole varianti – ha spiegato il capogruppo Pd Rosario Filoramo - non invasive in quanto non verrà realizzato nemmeno un metro cubo di strutture, che consentiranno alla città di dotarsi di un’impiantistica sportiva utilissima: i privati, infatti, dovranno ristorare il Comune con prestazioni gratuite offerte alla città”.

A tale scopo l’aula ha modificato le convenzioni con i due enti. Il Country club potrà realizzare sei nuovi campi di gioco ma in cambio dovrà organizzare una scuola internazionale di tennis e corsi annuali gratuiti per dieci bambini dello Zen. Quanto al centro dedicato al beato Puglisi, in cambio della realizzazione parziale di una strada dovrà aprire alla città il centro sportivo e il parco giochi per alcuni giorni alla settimana e coinvolgere in attività lavorative ex detenuti condannati a pene lievi o detenuti che hanno ottenuto affidamenti in prova o pene alternative.

Articolo pubblicato il 07 giugno 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus