Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Opere pubbliche in Sicilia, Comuni bocciati
di Oriana Sipala

In calo i prestiti contratti con Cdp e banche per costruire infrastrutture. Mancano progetti e co-finanziamenti. In Sicilia mutui per appena 16 mln di €; la Lombardia investe sette volte di più

Tags: Sicilia, Opere Pubbliche



PALERMO - Gli Enti pubblici investono sempre meno, e così facendo non danno avvio ad alcuna possibilità di crescita. Un trend che interessa in particolare la Sicilia, documentato anche nel recente rapporto della Ragioneria generale dello Stato, intitolato “Indagine sui mutui contratti dagli Enti territoriali per il finanziamento degli investimenti”.
I numeri della relazione parlano chiaro: i mutui attivati dagli Enti isolani per finanziare le opere pubbliche arrivano a quasi 16 milioni di euro, ovvero di 3,14 euro pro capite.
Briciole in confronto ai numeri che si sono registrati nelle regioni del Nord del Paese, con particolare riferimento alla Lombardia, che nello stesso arco di tempo ha acceso mutui per opere pubbliche per un totale di oltre 115 milioni di euro, che equivalgono a ben 11,5 euro pro capite.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 11 agosto 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus