Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Cultura: ma in Sicilia non si mangia
di Valeria Arena

Sette siti Unesco, 18 borghi più Belli d’Italia, patrimonio storico senza pari, ma solo 3 mld il Pil di settore (23 in Lombardia). Unioncamere: in 5 anni crescita zero (penultimi in Italia) e 6 mld sottratti allo sviluppo

Tags: Cultura, Turismo, Sicilia, Beni Culturali



Nel giorno in cui arriva la notizia che il Cipe ha approvato il Piano di Azione e Coesione Complementare 2014-2020, destinando alla cultura nell’Isola circa 57 milioni di euro distribuiti su 19 interventi, si guarda il presente. Leggendo uno studio realizzato quest’anno da Unioncamere e Symbola, con il patrocinio del ministero dei Beni culturali e del turismo, si scopre che la Sicilia contribuisce soltanto a 1/30mo del Pil generato nel settore in tutta Italia: 3 miliardi sui complessivi 90. Per fare un confronto, la Lombardia ha generato 23 miliardi di Pil. Non solo. Negli ultimi cinque anni l’incremento del sistema isolano è stato pari allo 0%, il che dà l’idea del fallimento delle politiche regionali. Eppure, l’Isola ha 7 siti Unesco, 18 tra i borghi più belli del Paese e scenari impareggiabili.
A fronte dell’immenso patrimonio artistico, servirebbe una programmazione mirata, lunga 365 giorni l’anno.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 12 agosto 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus