Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Porto, metropolitana e aeroporto. Ecco i punti di sviluppo della città
di Melania Tanteri

Delrio: Catania è l’esempio di come il Mezzogiorno possa crescere grazie alla realizzazione di infrastrutture. Il sindaco Bianco: “Quello che facciamo per il Capoluogo è un successo per il turismo”

Tags: Catania, Graziano Delrio, Enzo Bianco, Porto, Metropolitana, Infrastrutture



CATANIA - Porto, aeroporto, metropolitana e linea ferrata. Numerosi e molti dei quali imminenti i cantieri per la realizzazione o il potenziamento delle infrastrutture cittadine, affrontate ieri mattina dal ministro dei trasporti, Graziano Delrio, dal sindaco Bianco e dall’assessore regionale Giovanni Pistorio a Palazzo degli Elefanti.

“Catania è un esempio di come il Mezzogiorno d’Italia possa trovare la strada dello sviluppo anche attraverso la realizzazione concreta delle infrastrutture” – ha affermato Delrio, elencando le opere in fase di ultimazione ma anche quelle finanziate o che a breve potrebbero essere progettate. Molte delle quali riguardano le strade ferrate, superficiali e sotterranee, che renderanno, una volta realizzate, Catania città all’avanguardia.

“Catania sarà la città metropolitana del Mezzogiorno con la maggiore qualità e incidenza delle reti metropolitane – ha sottolineato il sindaco Bianco - e questo è un grande successo anche per il turismo e per tutto quello che può comportare. Credo che quello che stiamo facendo a Catania sia un grande segnale per il Mezzogiorno”.

Delrio si è soffermato proprio su questo aspetto, la capacità di progettazione, che ha consentito di passare dalle parole ai fatti per quanto riguarda la realizzazione di infrastrutture: non solo l’autostrada Catania – Ragusa, annunciata qualche mese fa e ora pronta per partire, o la realizzazione della terza corsia della Tangenziale est, ma anche per quanto riguarda la rete metropolitana, per la quale sono state annunciate importanti date. Una di queste, il 7 dicembre 2017, quando dovrebbe aprire la Stesicoro – Giovanni XXIII.
 
Ma anche per le altre – la Monte Po-Misterbianco e la tratta che porterà in piazza Palestro, a Librino e all’aeroporto Bellini, sono state annunciate novità. “Entro due anni – ha affermato il primo cittadino – si arriverà fino all’aeroporto e l’apertura del cantiere per piazza Palestro è imminente. Il progetto è già finanziato e consentirà di raggiungere lo scalo da Catania ma anche dalle altre province”.

Sul piatto anche l’aeroporto, l’allungamento della pista, che realizzerà la Sac, la società che gestisce l’aeroporto di Fontanarossa, non appena Rete ferroviaria italiana procederà con l’interramento dei binari alla stazione Acquicella dove, tra l’altro, arriverà l’alta velocità. Confermato, infatti, il progetto che porterà la linea ferrata sotto il sedime portuale, e non più attraverso il centro storico, come inizialmente previsto. Sul fronte aeroporto, il ministro ha confermato anche la volontà di collaborare per l’ammodernamento della vecchia stazione Morandi.

“Questa riunione di lavoro è stata molto positiva – ha concluso il ministro Delrio - perché avremo qui un esempio concreto di che cos’è la ‘cura del ferro per questo Paese”.

Articolo pubblicato il 31 agosto 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus