Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Consulenze Comuni: sprechi per amicizia
di Oriana Sipala

Incarichi spesso affidati a conoscenti e clientes. Con il Dlgs 97/16 (Foia) non si può più nascondere la trasparenza. Gli Enti, in crisi di liquidità, hanno impegnato nel 2015/16 quasi 6 mln di €

Tags: Consulenza, Clientelismo, Enti Locali



PALERMO - Su consulenze e collaborazioni esterne abbiamo scritto più volte, portando all’attenzione dei siciliani i numeri che contraddistinguono un fenomeno che da molto tempo coinvolge gli Enti locali isolani.
Vero è che nel corso degli anni le risorse destinate dai Comuni a tali spese si sono ridimensionate, ma il “vizietto” è ancora duro a morire e i numeri raccolti all’interno di questa inchiesta lo dimostrano.
La scusa è sempre la stessa: mancano, all’interno degli Enti locali siciliani, professionalità utili a ricoprire i delicati incarichi necessari per far marciare lo stesso sui giusti binari. Quasi un paradosso, visto l’esercito di dipendenti a servizio dei Comuni siciliani e i costi sostenuti ogni anno per pagarlo.
Resta poi il problema legato alla trasparenza, con i dati presenti sui siti web nascosti o incompleti.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 02 settembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐