Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Fondazione Etica & Valori "Marilù Tregua" sponsor del verde pubblico etneo
di Eloisa Bucolo

Istanza presentata al sindaco di Catania, Enzo Bianco, per la manutenzione dell’aria verde di piazza Santa Maria della Guardia. Valorizzazione del patrimonio paesaggistico e messa in sicurezza del territorio siciliano

Tags: Verde Pubblico, Catania



CATANIA – L’incremento e la gestione del verde urbano quale elemento che completa e migliora, formalmente e funzionalmente, lo spazio pubblico sta assumendo una valenza sempre più importante  consentendo, al contempo, di dotare la propria città di un patrimonio naturale e di migliorarne la vivibilità. Risponde a questa realtà l’istanza  presentata di recente al Comune di Catania, nella persona del sindaco Enzo Bianco, di affidare alla Fondazione Etica & Valori Marilù Tregua la manutenzione dell’area verde di Piazza Santa Maria della Guardia

L’iniziativa ha per oggetto la riqualificazione della rotatoria cittadina, attualmente abbandonata al degrado, al fine di riconsegnarla ai cittadini del quartiere arricchita da un tappeto erboso, macchie di fiori colorati, verdi, gialli e rossi, alberi frondosi e panchine, che consentano di poterne godere sia a livello estetico che paesaggistico.

L’idea progettuale trae origine dall’opportunità che viene concessa alle Amministrazioni pubbliche di dotarsi, mediante lo strumento fornito dall’approvazione delle norme sul Mecenatismo, di opere di urbanizzazione e arredo della città, attraverso la lodevole iniziativa di soggetti privati.

È stata già avviata in altri comuni della provincia di Catania una collaborazione tra Amministrazione e aziende private locali, che prevede l’esposizione di appositi cartelli che indicano chi effettua la sistemazione a verde e la relativa manutenzione. La conoscenza e diffusione di simili esperienze virtuose incentivano il corretto trasferimento delle buone pratiche anche nelle proprie realtà locali e favoriscono il moltiplicarsi di queste iniziative grazie alla sensibilizzazione di cittadini e imprese.

La manifestazione di intenti della Fondazione  - non nuova ad iniziative  che interessano la valorizzazione del patrimonio paesaggistico e la messa in sicurezza del territorio isolano - ha lo scopo di dar voce ad una diversa cultura urbanistica volta al recupero di  spazi esistenti destinati a verde pubblico, ma abbandonati. Ne trarranno vantaggio, la città, i luoghi, gli abitanti ed il clima!

Articolo pubblicato il 17 settembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus