Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

#CasaConviene, alle famiglie sconti e detrazioni Irpef
di Emiliano Zappalà

Campagna del ministero dell’Economia sulle agevolazioni per ristrutturare e acquistare casa. Misure ideate al fine di consentire la realizzazione dei propri sogni abitativi

Tags: Casa, Detrazione, Irpef, Agevolazioni, Ristrutturazione



CATANIA - È stata avviata alcune settimane, dal Governo, la campagna informativa sulle agevolazioni fiscali per chi vuole acquistare casa, ristrutturarla e anche soltanto arredarla diversamente. Si tratta di misure ideate al fine di consentire alle famiglie di creare la casa dei propri sogni, usufruendo di detrazioni fiscali.

La campagna, pensata in particolare dal ministero dell’Economia e delle Finanze è stata nominata con l’hashtag #CasaConviene.
Lo scopo è quello di fornire tutte le informazioni necessarie ai cittadini per quanto riguarda le agevolazioni disponibili per la casa.

Nello specifico la campagna #CasaConviene illustra le detrazioni fiscali di cui potranno beneficiare i proprietari di immobili che decidono di apportare delle migliorie all’abitazione, dei regimi di tassazione più convenienti per chi invece affitta casa e delle agevolazioni rivolte soprattutto ai giovani che vogliono acquistarla. Per rendere capillare la diffusione delle informazioni, è stato creato un sito web, www.casa.governo.it.

Nel caso in cui l’intenzione sia di acquistare la prima casa, i benefici prevedono uno sconto Irpef per le abitazioni di classe energetica A o B, meno imposte per chi compra in leasing l’abitazione principale, garanzia sul mutuo della prima casa, sospensione delle rate dei mutui, cedolare secca sugli affitti.

Per le ristrutturazioni sono invece previste alcune detrazioni, nel rispetto di parametri precisi: il 65% di detrazione Irpef sulle spese per i nuovi infissi, i pannelli solari e gli interventi di riqualificazione energetica; il 50% di detrazione Irpef sulle spese di ristrutturazione; il 65% di detrazione Irpef se gli interventi sono effettuati per il miglioramento o l’adeguamento antisismico.

Chi volesse riarredare casa invece ha la possibilità di detrarre anche il 50% delle spese sostenute per l’acquisto mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+ (A per i forni). Se si tratta di giovani coppie che acquistano la prima casa, l’agevolazione consiste invece in una detrazione Irpef pari al 50% delle spese sostenute nel 2016 per l’acquisto di mobili destinati alla propria abitazione.

In generale i provvedimenti seguono una forte logica “green” e di risparmio energetico. Ogni intervento ammesso a detrazione infatti spinge verso la riduzione dei consumi energetici dell’abitazione, rendendo la bolletta più leggera. Associando agli interventi anche dei piccoli cambiamenti nelle abitudini quotidiane, sarà così possibile per i cittadini ottenere un ulteriore risparmio di energia del 10-15%.
La procedura per richiedere i benefici è abbastanza semplice. Il cittadino che vuole usufruirne deve inviare alcuni documenti all’amministrazione comunale, in particolare: l’elaborato progettuale, cioè i disegni che fanno vedere le modifica dell’alloggio; la comunicazione di inizio dei lavori asseverata, cioè sottoscritta da un professionista tecnico abilitato, il quale attesta, sotto la propria responsabilità, che i lavori sono coerenti con le regole e i piani approvati e che sono compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell’edilizia e che i lavori non interessano le parti strutturali dell’edificio; i dati che identificano l’impresa alla quale si intende affidare la realizzazione dei lavori, che dovranno essere contenuti nella comunicazione di inizio lavori.

Articolo pubblicato il 08 ottobre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐