Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Piano rivoluzionario per la mobilità
di Gaspare Ingargiola

Consegnate all’Amat cinque nuove aree di sosta a pagamento finora in mano dei posteggiatori abusivi. Rivisti i confini Ztl per consentire l’ingresso verso Tribunale e Ospedale dei bambini

Tags: Palermo, Mobilità, Leoluca Orlando, Ztl



PALERMO - Il Comune di Palermo ha assegnato all’Amat cinque nuove aree di sosta a pagamento. Con un’ordinanza dell’Ufficio traffico, l’Amministrazione ha consegnato alla sua partecipata cinque parcheggi, finora gratuiti ma di fatto regno dei posteggiatori abusivi, istituendo 594 stalli blu: in piazza Giovanni Paolo II 75 stalli più 2 gratuiti per disabili con contrassegno H davanti la scuola De Gasperi e altrettanti vicino al Centro Traumatologico Ortopedico; 94 strisce blu più 2 per disabili in via Saline a Mondello nell’area che costeggia via Lillà; in Largo Cavalieri del Lavoro all’incrocio tra via Belgio e viale Strasburgo ecco 101 posti auto, 3 per disabili e 4 per car sharing; 200 posti a pagamento e 4 per disabili in viale del Fante-piazza Trattati di Roma, per intendersi davanti all’Ippodromo; 49 stalli blu in via Serradifalco angolo via Fermi, vicino la scuola Da Vinci.

In tutti i posteggi si pagherà un euro all’ora, tranne in quello di via Saline con tariffa speciale di 3 euro al giorno. Un modo per consentire all’Amat di fare un po’ di soldi (oltre che di sgomberare qualche posteggiatore abusivo) dopo la partenza a scarto ridotto della Ztl, dimezzata nelle dimensioni rispetto al primo tentativo della scorsa primavera e mal digerita dagli automobilisti palermitani tanto che sono stati venduti poco più di diecimila pass: se mesi fa si stimava un incasso di ben 30 milioni, a conti fatti sarà molto meno, appena qualche milione.

L’Ufficio traffico ha rivisto alcuni confini per consentire l’ingresso gratuito al Tribunale, all’Ospedale dei Bambini e all’Ufficio anagrafe, che si trovano all’interno del perimetro della Ztl, partita ufficialmente ieri. Il nuovo perimetro, comunque percorribile gratuitamente, è definito in corso Alberto Amedeo, piazza Peranni, via Papireto, piazzetta Guccia, piazza Vittorio Emanuele Orlando, via Nicolò Turrisi, via Balsano, via Volturno, piazza Verdi, via Cavour, via Crispi, la Cala e il Foro Umberto I, via Lincoln, piazza Giulio Cesare, piazza Sant’Antonino, corso Tukory, corso Re Ruggero, piazza Indipendenza, corso Calatafimi.

I tratti stradali di libero transito sono invece piazza Vittorio Emanuele Orlando, via Valenti, via Spinuzza, via Roma (il tratto tra via Spinuzza e via Cavour), parcheggio comunale con accesso da piazza Giulio Cesare, piazza San Francesco Saverio, via Forlanini, via generale Cadorna, via Albergheria, via Busari, piazza Vanni, via Mongitore, largo Gerbasi, via dei Benedettini, piazza Porta Montalto, via sulle Mura di Porta Montalto, via generale Prestinari, via Di Cristina. Sarà così più facile raggiungere i parcheggi Tribunale, Spinuzza e Anagrafe.
 
È stato inoltre stabilito che l’orario per il carico e lo scarico merci all’interno della Ztl sarà dalle 14 alle 16 e che non sarà possibile acquistare il pass giornaliero da 5 euro entro la mezzanotte del giorno successivo al transito nella Ztl finché non saranno attivati i varchi con le telecamere di videosorveglianza. Seppure con una certa lentezza, infine, va avanti il piano mobilità dolce della giunta Orlando: l’Ufficio traffico è intervenuto per definire il circuito alla Zisa, avviato dall’istituzione del percorso ciclabile di via Dante (creato lo scorso dicembre) e adesso completato con una pista ciclabile monodirezionale, che prevede l'utilizzo di una porzione della carreggiata esistente lungo le vie Serradifalco, piazza Principe di Camporeale, piazza Sacro Cuore e via Guglielmo il Buono. La pista sarà larga 1,50 metri e viaggerà su strada nel senso di marcia delle auto in direzione della Zisa. Sarà piazzata a sinistra del marciapiede e protetta da cordoli e segnaletica, come quella di via Dante. Eventuali stalli per la sosta saranno spostati accanto alla pista ciclabile.
 
“Un ulteriore passo avanti - dichiarano il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Mobilità, Giusto Catania - che mira a incentivare gli spostamenti in bicicletta, conseguendo, inoltre, l’obiettivo di collegare e rendere più accessibile e sicuro il complesso monumentale della Zisa, parte integrante del sito Palermo Arabo-Normanna, patrimonio mondiale dell’Umanità”.

Articolo pubblicato il 11 ottobre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus