Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Scuola media Diaz-Manzoni: chiusura (forse) scongiurata
di Melania Tanteri

Dietrofront dell’Amministrazione dopo le proteste di docenti, genitori e “Catania bene comune”. L’assessore Scialfa: “Capiamo l’esigenza di mantenere il plesso nell’Antico corso”

Tags: Scuola, Catania, Valentina Scialfa



CATANIA - La prospettiva sarebbe quella della chiusura, ma le proteste sono tante e tali da averla, forse, scongiurata. La scuola media Manzoni di via Plebiscito, parte integrante dell’Istituto comprensivo Diaz – Manzoni, potrebbe non essere più trasferita a chilometri di distanza e restare presidio importante di un difficile quartiere come l’Antico Corso nella quale si trova da decenni. L’impegno lo ha preso l’assessore alle Politiche scolastiche del Comune di Catania, Valentina Scialfa che, dopo aver ascoltato le ragioni della dirigente scolastica, dei docenti, dei genitori e di “Catania bene comune”, il movimento politico che ha sollevato il caso e che ieri ha tenuto una conferenza stampa proprio sull’argomento, ha confermato la volontà di studiare una soluzione che possa mantenere all’interno del territorio il presidio scolastico.

Quale, però, non si sa ancora, anche perché, alla base della decisione di chiudere il plesso cui sarebbero le condizioni dell’edificio che, da relazione dei Vigili del fuoco, avrebbe bisogno di messa in sicurezza. Criticità sulle quali si starebbe lavorando. “Ci incontreremo entro questa settimana – assicura la Scialfa – per verificare quali delle possibilità studiate sino a oggi possano essere portate avanti. Anche la scelta inziale, di trasferire le classi dalla Manzoni di via Plebiscito, presso l’istituto Vespucci- Capuana- Pirandello, di via Marchese di Casalotto, nella zona della Stazione centrale, era stata avanzata per garantire la prosecuzione delle attività e la vicinanza con il plesso di via Plebiscito – prosegue l’assessore – ma abbiamo compreso come sia più forte l’esigenza di mantenere la scuola all’interno dell’Antico Corso”.

Una richiesta fortemente sentita dai genitori, oltre che caldeggiata dai rappresentanti di “Catania bene Comune”, in particolare dopo la chiusura del plesso di via Santa Maddalena lo scorso anno e il mancato avvio di una sezione della scuola dell’infanzia. “La scuola Manzoni rappresenta un’Istituzione storica, radicata e indispensabile - si legge in una nota stampa del movimento- . La chiusura della scuola Manzoni determinerebbe per il quartiere Antico Corso la perdita dell’unico presidio scolastico presente in quartiere - si legge ancora - aggraverebbe le già altissime percentuali di dispersione e abbandono scolastico, costituirebbe l’ennesimo diritto negato agli abitanti del quartiere”.

Concetti, questi, ribaditi ieri mattina, nel corso di una conferenza stampa convocata dagli attivisti di Catania bene Comune proprio per chiedere che la Manzoni resti aperta.

Articolo pubblicato il 15 novembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐