Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Fotovoltaico, tonfo della Sicilia. La produzione è scesa del 4,4%
di Rosario Battiato

Gestore dei servizi energetici: nell’Isola il 6,4% degli impianti nazionali, in Lombardia sono più del doppio. Flop in tutte le province, record negativo a Catania: giù del 13% tra 2014 e 2015

Tags: Fotovoltaico, Energia, Rinnovabili, Sicilia



PALERMO – Dopo il rapporto dello scorso agosto, il Gestore dei servizi energetici (Gse) ha fornito il dettaglio provinciale dei dati relativi alla potenza installata e alla produzione del solare fotovoltaico sul territorio nazionale. Per la Sicilia un clamoroso tonfo all'indietro visto che tra il 2014 e il 2015 la produzione fotovoltaica è stata in contrazione del 4,4% con dati record in provincia di Catania (-13%). L'Isola resta lontana dalle migliori realtà produttive d'Italia che si trovano nel settentrione.

Sui fronti della potenza installata e della numerosità degli impianti si cresce pressoché ovunque in Italia, ma la dimensione dei dati resta molto diversificata, così come differente è il peso che le diverse regioni mantengono nel bilancio fotovoltaico generale. Nell'Isola, tra il 2014 e il 2015, il numero di impianti è cresciuto di circa 2 mila unità (da 42 a 44 mila). Il segno positivo ha riguardato anche la potenza installata che è passata da 1.283 a 1.309 MW. La variazione statistica ha fatto segnare rispettivamente un +5,1% per la numerosità (+6,2% dato medio nazionale) e un +2,1% (+1,6% dato medio nazionale) per la potenza installata.
 
La Sicilia resta comunque indietro rispetto alle grandi realtà nazionali, visto che all'interno del perimetro regionale si trova appena il 6,4% del totale dei 688 mila impianti fotovoltaici nazionali e il 6,9% della potenza nazionale. A prendersi le porzioni più rilevanti sono le regioni settentrionali: Lombardia (11,2% di potenza installata e 14,7% degli impianti), Emilia-Romagna (10% e 10,1%), Veneto (9,3% e 13,5%) e Piemonte (8,1% e 7,1%). Al quinto posto c'è una meridionale ed è la Puglia con 13,8% di potenza installata e il 6,2% degli impianti.

In tutta Italia, tra il 2014 e il 2015, la produzione è stata in crescita del 2,9%, ma la tendenza non è stata positiva in tutte le Regioni. A registrare le maggiori contrazioni sono state Sicilia (-4,4%) e  Calabria (-3,4%) mentre non si ferma la corsa delle regioni leader come Veneto (+9,2%), Lombardia (+5,7%) ed Emilia-Romagna (3,8%). Queste tre regioni detengono quasi un terzo dell'intera produzione nazionale. Per la Sicilia ci sono notizie poco rassicuranti: l'Isola è passata da una produzione di 1.893 GWh (2014) a una di 1.809,5 (2015), portando la sua quota di produzione nazionale intorno all'8%.

A incidere maggiormente in questo crollo è stata la provincia di Catania. Il centro etneo, che vale l'1,1% sull'intera produzione nazionale di solare fotovoltaico, ha avuto un calo del 13%, passando da 292,3 a 254,4 GWh. Ma non è andata bene a nessuna provincia isolana, dal momento che il dato negativo ha coinvolto praticamente tutti. Dopo Catania, in una classifica tutta al negativo, ci sono Siracusa (-4,8%), Agrigento (-4,1%), Enna (-3,4%), Messina (-3,3%), Palermo (-2,2%), Ragusa (-1,9%), Caltanissetta (-1,4%), Trapani (-1,2%). Nella classifica regionale la provincia più solare resta Ragusa (294,4 GWh), seguita da Agrigento (281,8), Siracusa (271,5) e Catania (254,4). Al quinto posto troviamo Palermo (212,1), poi Trapani (199,4), Caltanissetta (127,8), Enna (102,4) e quindi Messina (65,7) a chiudere la classifica.

Articolo pubblicato il 22 novembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus