Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ambiente, Roma sfratta la Regione siciliana
di Rosario Battiato

Corsa contro il tempo per spendere oltre 1 mld € lasciati a marcire dall’Isola e per scongiurare le sanzioni Ue. Il Governo commissaria (anche) la Sicilia per depurazione e discariche abusive

Tags: Sanzioni, Rosario Crocetta, Regione Siciliana, Piano Rifiuti, Sicilia, Rifiuti, Ue, Depurazione, Discarica



PALERMO – Le minacce sono finite e si è passati alla dura realtà. Alla fine di dicembre un decreto-legge del governo ha definito le coordinate per la nomina di un commissario unico per la depurazione, un atto che si dovrà concretizzare entro la fine di questo mese. L'azione è scaturita dalla necessità di spendere i fondi per la depurazione che la Regione e i comuni hanno faticato a investire, restando pienamente in corsa per le sanzioni Ue. Già nominato, invece, il commissario per la bonifica delle discariche abusive ancora nel mirino di Bruxelles. In entrambi in casi la Sicilia è stata sostanzialmente esautorata da un governo nazionale che ha deciso di non fidarsi più e di provvedere in assoluta autonomia.
Continua l'operazione di accerchiamento ad opera di Roma che, senza soluzioni adeguate, non si esclude che in futuro possa mettere le mani anche sul settore dei rifiuti.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 06 gennaio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐