Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Maltempo, su tutta la Sicilia è un bollettino di guerra
di Redazione

Un morto sulla Palermo-Agrigento. Danni e disagi nell’intera Isola

Tags: Nubifragi, Maltempo, Sicilia



PALERMO - Vento e nubifragi hanno messo in ginocchio la Sicilia, reso impraticabile buona parte delle strade dell’Isola, causato smottamenti e lo straripamento dei fiumi. Un imprenditore edile di 67 anni, originario di Campofranco (Cl) ha perso la vita sulla Ss189, Palermo-Agrigento, nei pressi di Castronovo di Sicilia, dopo essere stato travolto e trascinato dall’acqua e dai detriti del fiume Morello. Salve, invece, tre persone che si trovavano in auto con lui.

Situazione molto difficile a Sciacca, con la cittadina turistica agrigentina investita da una bomba d’acqua. Il torrente Foce di Mezzo e’ esondato e le contrade San Marco e Foggia si sono ritrovate isolate. Il sindaco Fabrizio Di Paola ha invitato i cittadini a non uscire da casa.

In provincia di Catania sono stati chiusi due tratti della Strada statale 194 a causa di due smottamenti. La Centrale operativa dei Vigili del fuoco è stata presa d’assalto e l’esondazione del torrente Forcile ha causato l’allagamento di alcune aree della Zona industriale. Strade allagate e tombini divelti anche in via Dusmet, via Cristoforo Colombo, lungo la Circonvallazione, nella zona dell’aeroporto Fontanarossa, del quartiere Zia Lisa e del Villaggio Santa Maria Goretti.

Traffico rallentato in Tangenziale in direzione Siracusa, mentre è stato chiuso lo svincolo per l’aeroporto Fontanarossa. In provincia disagi si sono verificati a Misterbianco, Paternò e Acireale.

In provincia di Siracusa, nella notte tra domenica e lunedì i Carabinieri, i Vigili del fuoco e la Protezione civile sono intervenuti sulla Sp 28 Sortino-Solarino, dove si è verificato uno smottamento. I detriti si sono riversati sulla sede stradale. A Floridia, in via Labriola ha ceduto parte di un muro comunale di 50 metri, provocando danni alla sede stradale e a un palo della luce. La Strada provinciale 19 Noto-Pachino si è allagata all’altezza della contrada Gioi-Bucachemi e alcuni automobilisti rimasti bloccati sono stati liberati da Vigili del fuoco e Carabinieri. Nella prima mattinata di ieri, inoltre, i militari dell’Arma sono intervenuti sulla Strada provinciale Staffena-Pachino per uno smottamento, mentre è stato chiuso per allagamenti un tratto della Sp12, dallo svincolo di Canicattini Bagni in direzione dell’ippodromo. A Lentini, sulla Ss194, all’altezza dello svincolo autostradale, per lo stesso motivo è stato necessario l’intervento di Carabinieri e Polstrada. Da segnalare, inoltre, la chiusura dello svincolo con l’autostrada A18 e lo straripamento del fiume San Leonardo, che ha invaso la Ss194, nella zona del bivio Iazzotto. Ad Augusta, nella zona di Brucoli, il villaggio Gisira è rimasto isolato a causa dello straripamento del fiume Porcaria.

A Ragusa le squadre del Comando provinciale dei Vigili del fuoco sono state impegnate per prestare soccorso e assistenza ai cittadini in difficoltà per allagamenti e alberi divelti. Dalle 5,30 di ieri, a Modica, a causa dei nubrifragi nella zona di via Fontana, si è formato un corso d’acqua che ha travolto auto e allagato scantinati.

Articolo pubblicato il 24 gennaio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus