Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Fusione Comuni, risparmio da 70 mln
di Rosario Battiato

In Sicilia l’accorpamento dei micro Enti al di sotto dei 5 mila abitanti produrrebbe maggiore efficienza. Per i cittadini spese ridotte e una migliore organizzazione dei servizi

Tags: Enti Locali, Sicilia



PALERMO - Negli ultimi anni il processo di razionalizzazione nella gestione associata delle funzioni comunali, avviato con il decreto con il decreto-legge n. 78 del 2010 (convertito nella legge 30 luglio 2010, n.122) e rafforzato con l’approvazione della legge n. 56 del 2014, ha visto una decisa accelerazione sul territorio nazionale, ma ancora una volta la Sicilia sembra essere rimasta fuori dai giochi.
I Comuni isolani dal 1991 continuano a restare 390, senza aver avviato un percorso di accorpamento. Tra il 2013 e il 2016 si sono tenuti in tutta Italia 141 referendum per la fusione col coinvolgimento di 402 Comuni e di 1,5 milioni di persone. Nessuno di questi si è registrato in Sicilia.
Una situazione che si ripercuote anche sui costi a carico dei cittadini, che potrebbero essere abbattuti di 70 milioni di euro.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 14 marzo 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐