Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Eclipse Cross nuova generazione pensata per conquistare il mercato europeo
di Redazione

Mitsubishi si rilancia nel vecchio continente puntando su design, qualità, dinamica di guida, configurazioni intelligenti e innovazione

Tags: Mitsubishi Eclipse Cross



GINEVRA - Il Motor show di Ginevra per Mitsubishi ha segnato un punto di svolta, con la presentazione in anteprima mondiale del nuovo Suv coupé compatto Eclipse Cross: capostipite di una nuova generazione di veicoli che permetterà il graduale riposizionamento del marchio per assumere un ruolo sempre più decisivo nel mercato europeo.

Eclipse Cross è ritenuta fondamentale per l’ampliamento della base clienti del marchio dei tre rubini, accanto ad ASX e Outlander, delineando il nuovo orientamento del brand, basato sui cinque pilastri dello sviluppo prodotti: design; qualità costruttiva giapponese; dinamica di guida; configurazioni intelligenti; funzionalità innovative.

Il SUV coupé ha linee accattivanti e grinta da vendere, e inaugura il nuovo linguaggio stilistico di Mitsubishi, introducendo una serie di funzionalità innovative inedite per il segmento. Le vendite di Eclipse Cross inizieranno in Europa nell’ultimo trimestre del 2017 (il lancio è previsto per fine 2017-inizio 2018, a seconda del mercato) per poi proseguire in Giappone, Nord America, Australia e altre regioni. È un modello dai profili scolpiti, che offre l’eccellenza qualitativa giapponese, un brillante comportamento su strada, dotazioni intelligenti e funzionalità innovative. Si inserisce in un mercato globale, quello dei Suv, in continua espansione, che rappresenta circa il 25% del totale e dove i modelli compatti sono la categoria in maggiore crescita.

La roadmap è perfettamente illustrata dalla scelta del nome, non un acronimo ma un “nome proprio” che riunisce in sé le emozioni e la tecnologia d’avanguardia: Eclipse, in riferimento all’auto sportiva che Mitsubishi ha costruito negli Stati Uniti tra il 1989 e il 2012; Cross, un invito ad attraversare i confini con l’intraprendenza tipica dei Suv.

L’obiettivo è andare oltre i veicoli “multifunzione”, che rispondono a tutte le esigenze e a nessuna. Per Mitsubishi i clienti cercano prodotti che riflettano la personalità del compratore, dalle auto all’abbigliamento, fino agli arredi di design. Mitsubishi vuole aggiungere “l’emozione del design” alle sue credenziali ingegneristiche e la scelta è evidente dallo stile muscoloso e dinamico di Eclipse Cross, che ricorda un atleta pronto a scattare ai blocchi di partenza. La potenza espressiva del frontale “Dynamic Shield” - l’identità visiva del marchio - si evolve ulteriormente, ribassando fendinebbia e indicatori di direzione e dando loro maggiore rilievo, mentre i fari a Led e le luci diurne sono ora posizionati più in alto. Rimane l’andamento cuneiforme della linea di cintura del concept, che accentua il dinamismo dato dal taglio coupé, ulteriormente esaltato dalla ripida angolazione del finestrino di coda, dal rapporto tra passo lungo e sbalzi corti e dai parafanghi anteriori e posteriori svasati. Le due linee speculari profondamente scolpite sui fianchi ricordano quelle di XR PHEV II e danno un senso di solidità e pienezza, come se fossero intagliate nel metallo massiccio. La linea superiore avvolge la coda del veicolo creando l’effetto di un blocco di partenza, sotto il finestrino posteriore triangolare diviso da una linea intersecante: anche questo un dettaglio stilistico ripreso dal concept. I gruppi ottici in coda si sviluppano orizzontalmente con una barra luminosa a Led che attraversa il portellone e integra le luci dei freni e la terza luce di stop, ottimizzando la visibilità agli altri automobilisti e la “presenza” su strada. Il tergilunotto è nascosto sotto lo spoiler posteriore, per non interferire con la visibilità in coda e non turbare l’eleganza delle linee.

Nel complesso, il design rifugge da ogni eccesso decorativo per realizzare un’immagine sostanziale e molto sicura di sé.

Articolo pubblicato il 21 marzo 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐