Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Da Hong Kong all'Etna per acquistare un vigneto
di Redazione

Prosegue la corsa ai terreni dell’Isola dopo l’esempio di Angelo Gaja. L’imprenditore Stefano Yim ha investito 60.000 € a Passopisciaro

Tags: Stefano Yim, Etna, Vino



PALERMO - Prosegue la corsa all’Etna per acquistare vigneti e produrre vino.
L’ultimo in ordine di tempo, dopo Angelo Gaja, (che ha creato una nuova società con Alberto Graci acquisendo ventuno ettari a Biancavilla, versante sud-ovest) è Stefano Yim, importatore di vini da Hong Kong, sommelier e ideatore e organizzatore di wine educational molto apprezzati.

Qualche tempo fa ha comprato un vigneto in Francia a Mâcon dove produce un Tannat. E adesso è sbarcato sull’Etna, come riporta il sito on line Cronachedigusto.it. Ha preso un vigneto di quasi un ettaro e di almeno settant’anni con Nerello Mascalese e altri vitigni autoctoni tra Guardiola e Quota Mille, fuori dalla Doc, nel territorio di Passopisciaro.

Secondo Paolo Caciorgna, produttore toscano ed etneo che lo ha aiutato a trovare il vigneto, Yim è intenzionato ad acquistare altri terreni.
“E probabilmente il vino lo faremo insieme”, dice ancora Caciorgna. Yim inoltre ha già espresso l’intenzione di poter creare una sorta di scuola di degustazione per gli appassionati asiatici e portarne tanti a cui far vedere un luogo unico come l’Etna. Per ora è partito con questo piccolo investimento di circa sessantamila euro (il solo terreno ma ne serviranno altri) e stima di poter produrre circa tremila bottiglie.

Articolo pubblicato il 16 maggio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐