Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Settore odontoiatrico: segnali di ripresa dopo la crisi
di Redazione in collaborazione con Banca Ifis Impresa

Domanda di prestazioni in netto miglioramento nel 2017



Il mercato odontoiatrico ha subito, a causa della crisi, un visibile calo, terminato nel 2013. I fattori alla base di questa riduzione sono principalmente due: una dilazione nelle cure da parte della popolazione, che ha preferito altre tipologie di consumo e di spesa, e una maggiore competizione sui prezzi, che ha ridotto i margini di guadagno di molti liberi professionisti.

Dal 2013 al 2015, invece, si registra un aumento della spesa odontoiatrica dovuta probabilmente ad un rinnovato clima di fiducia, dopo il vertiginoso calo del 45% subito dal 2005 al 2013 (dati ISTAT). Questo dato positivo si lega soprattutto al mercato delle catene cliniche odontoiatriche, che, con un CAGR positivo del 18,3% già tra il 2011 e il 2014 sta trainando il settore fuori dal trend negativo della crisi.

Ad oggi però la domanda di prestazioni sembra essere in netto miglioramento con previsioni molto positive per il 2017, anno in cui la crescita ipotizzata è di € 10,5 miliardi contro i 10 del 2014. (Analisi e ricerche Ernst & Young). Il 2016 inoltre è stato caratterizzato anche da una produzione italiana sostenuta soprattutto dalla crescita interna, come attestano i dati dello Studio di Settore UNIDI, che confermano un trend di sviluppo costante ben oltre la crescita della produzione industriale del Paese.
Il mercato interno, infatti, forte di questo momento, sta avendo una vera e propria esplosione di investimenti da parte di studi dentistici e laboratori odontotecnici, che investono in nuovi macchinari forti degli incentivi fiscali del super ammortamento, che ha generato una crescita a ben due cifre.

Gli incentivi del piano Industria 4.0 sono un ottimo supporto a tutte quegli studi e cliniche che vogliono rinnovare i propri macchinari, per garantire alla clientela un servizio all’avanguardia. ll Super Ammortamento in particolare, favorisce la sostituzione, all’interno del processo produttivo, di macchinari e attrezzature obsolete con beni strumentali nuovi.

Tra le realtà attive nel sostegno finanziario a queste PMI c’è Banca IFIS Impresa che, grazie a un modello di business solido ed efficace ed ai suoi numerosi servizi - tra i quali il leasing e il noleggio – è capace di erogare finanziamenti e individuare soluzioni personalizzate per il settore odontoiatrico.

Articolo pubblicato il 01 luglio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐