Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Sono arrivati i primi acquazzoni ed è subito caos
di Gaspare Ingargiola

Disagi nel capoluogo e nei centri della provincia per il maltempo della notte fra domenica e lunedì. Crolli, allagamenti e paura. Situazione difficile in molti dei comuni colpiti

Tags: Palermo, Pioggia, Maltempo



PALERMO – Dopo aver invocato per settimane un po’ di pioggia, a seguito della siccità che in questi mesi ha colpito tutta l’Isola, i palermitani sono stati accontentati, ma di certo non come speravano. L’acquazzone che nella notte tra domenica e lunedì si è abbattuto su tutta la provincia ha infatti provocato numerosi danni nel capoluogo e nei centri limitrofi, rischiando anche di causare guai ancor più gravi, evitati soltanto grazie a casi fortuiti.

Sono stati in tutto una settantina gli interventi dei Vigili del fuoco. I maggiori disagi per gli allagamenti, nel capoluogo siciliano, si sono registrati in corso Calatafimi e in via Messina Marine, e nei pressi dell’ospedale Buccheri La Ferla. Problemi anche a Brancaccio, San Lorenzo, Mondello, corso dei Mille, via Villagrazia e via Ugo La Malfa. In via Amedeo d’Aosta un grosso albero è caduto in strada impedendo la circolazione delle auto. Diversi i crolli di calcinacci in varie abitazioni, interventi in piazza Largo Maria Ventimiglia, via Quarto dei Mille ed a Monreale in viale Repubblica. Non sono mancati i problemi ai tombini e in via Sferracavallo, al civico 150, si è creata una buca pericolosa in strada.

Operai del Comune e agenti della Polizia municipale sono intervenuti in diverse zone della città, in particolare a Mondello, per ripristinare le normali condizioni di viabilità. Per esempio, è stata rimossa e sostituita la segnaletica abbattuta dal forte vento.

Danni e disagi anche in diversi comuni della provincia, in particolare a Castelbuono, Cefalù, Termini Imerese, Carini, Capaci e Misilmeri. In tutte queste zone è ancora in corso la conta dei danni. Per ciò che concerne Termini Imerese, si può addirittura parlare di tragedia sfiorata in relazione al crollo di una parte di un’abitazione disabitata. Due auto sono state danneggiate, ma fortunatamente non ci sono feriti.

Una situazione difficile, che ha avuto ripercussioni anche sull’operatività dell’aeroporto di Palermo, dove c’è voluta qualche ora prima che tutto tornasse alla normalità. Un volo della Meridiana è stato dirottato a Catania e il maltempo che ha flagellato Roma e Pisa ha comportato diverse cancellazioni, anche nello scalo palermitano. Nella mattinata di ieri due voli Ryanair, il Palermo-Roma delle 6,25 e il Palermo-Verona delle 6,30, sono stati annullati.

Articolo pubblicato il 12 settembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus