Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Fare l'imprenditore? C'è chi lo insegna
di Redazione in collaborazione con Unioncamere Sicilia

Al via nuovo corso “Crescere Imprenditori” di Unioncamere Sicilia

Tags: Unioncamere, Sicilia, Impresa, Neet



Un corso gratuito per imparare a fare l’imprenditore. È questa l’arma vincente del corso “Crescere Imprenditori”, il progetto nazionale per supportare e sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità, attraverso attività mirate di formazione e accompagnamento all’avvio d’impresa, organizzato da Unioncamere Sicilia per i giovani tra i 18 e i 29 anni che stanno valutando la possibilità di fare imprese. L’iniziativa avviata con successo nel corso del 2016, adesso è alle battute finali. Si tratta, infatti, dell’ultima possibilità per partecipare al progetto finanziato dal Pon “Iniziativa Occupazione Giovani”, promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nell’ambito del  Programma Garanzia Giovani, e attuato da Unioncamere sui territori tramite la rete delle strutture specializzate delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura. L’iniziativa infatti si concluderà definitivamente il prossimo dicembre e adesso Unioncamere Sicilia sta raccogliendo le adesioni per gli ultimi corsi che verranno attivati da settembre fino alla fine dell’anno. Per aderire all’iniziativa è necessario collegarsi al portale www.filo.unioncamere.it dove sono indicate tutte le fasi del progetto. Inoltre, gli uffici di Unioncamere Sicilia (telefonando al 091-321510) sono disponibili a fornire assistenza agli aspiranti imprenditori che vogliono presentare la domanda.

Ad oggi sono tanti i giovani imprenditori che si sono inventati un lavoro dopo aver partecipato al corso “Crescere Imprenditori”. C’è chi ha aperto un flower store specializzato in allestimenti floreali per matrimoni ed eventi. Chi ha reinterpretato la cartoleria tradizionale trasformandola in una bottega di design con gadget personalizzati per la scuola e non. Chi ha alzato la saracinesca di un nuovo negozio di telefonia. E chi ha fatto un mestiere dalla sua passione per gli amici a quattro zampe con punti vendita dedicati agli animali. «Il punto di forza di questa iniziativa – dice il segretario generale di Unioncamere Sicilia, Santa Vaccaro – è che il corso dà tutte le basi per aprire un’impresa, fornendo un utile supporto a chi vuole mettersi in proprio e che, dopo la partecipazione al corso, riceverà un attestato. Dopo più di un anno di attività – prosegue Vaccaro – stiamo raccogliendo i risultati sperati: abbiamo formato quasi 200 ragazzi e apprendiamo con piacere che, dopo le nostre lezioni, molti giovani sono riusciti a realizzare il sogno di diventare imprenditori. Loro sono un ottimo esempio per quanti vogliono ancora aderire al progetto e frequentare i corsi gratuiti che si terranno fino a dicembre 2017». Il corso prevede 80 ore di formazione gratuita sull'autoimpiego destinate agli aspiranti imprenditori di età compresa fra 18 e 29 anni che non studiano e non lavorano (i cosiddetti “neet”).

L’obiettivo del corso è quello di fornire i fondamentali per redigere un business plan da presentare per eventuali richieste di finanziamento e, in particolare, per accedere al fondo Selfemployment di Invitalia. La partecipazione al corso permette infatti di ottenere un punteggio di merito aggiuntivo nella valutazione ai fini dell’ottenimento del finanziamento a tasso zero fino a 50 mila euro previsto dal bando.

«Gli argomenti trattati durante le lezioni – dice ancora Santa Vaccaro –sono di grande interesse per chi vuole mettersi in proprio: si va dal Business Model Canvas alla responsabilità sociale d’impresa, dal marketing al crowdfunding, dai servizi camerali agli adempimenti amministrativi». «Con questo progetto – conclude il segretario generale di Unioncamere Sicilia – il sistema camerale si pone l’ambizioso obiettivo di fornire agli imprenditori di domani un bagaglio di conoscenze indispensabili per intraprendere la strada dell’autoimprenditorialità».

A chi si rivolge il progetto
L’iniziativa si rivolge ai giovani che non studiano, non lavorano e non sono attualmente impegnati in percorsi di istruzione e formazione (Neet), che:
• hanno un’età compresa tra i 18 e i 29 anni
• sono iscritti a “Garanzia Giovani” e non stanno usufruendo di alcuna misura di politica attiva, compresi i percorsi di supporto e sostegno all’autoimpiego/autoimprenditorialità organizzati a livello regionale.

Come funziona

I giovani iscritti al programma Garanzia Giovani possono accedere ad una procedura di autovalutazione delle attitudini imprenditoriali, tramite un apposito test online.
Una volta superato il test, il nominativo verrà inoltrato a Unioncamere Sicilia indicando la provincia dell’interessato che sarà quindi contattato in base alla data di effettuazione del test per iniziare il percorso di “Crescere Imprenditori”.
La durata è di 80 ore suddivise in:
•60 di attività formativa di base in gruppi (anche a distanza tramite live streaming)
•20 di fase specialistica di accompagnamento e assistenza tecnica a livello personalizzato.

Quanto dura

Il progetto si concluderà a dicembre 2017. In questo periodo sarà possibile accedere ai percorsi organizzati a livello territoriale da Unioncamere Sicilia.

Cosa succede dopo

I giovani che porteranno a termine il percorso - e avranno quindi redatto il piano d'impresa - potranno presentare domanda per accedere ai finanziamenti del “Fondo SELFIEmployment” gestito da Invitalia, sotto la supervisione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Unioncamere Sicilia – tel. 091-321510

Articolo pubblicato il 15 settembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus