Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sondaggio Index Research: Musumeci favorito al 36%
di Lorena Peci

Il candidato Pd smorza i toni: “Altri più avanti? è normale, io matricola rispetto a loro”. Secondo Cancelleri con il 30%, terzo Fava che con il 16% poco si distacca da Micari

Tags: Elezioni, Sicilia, Nello Musumeci, Giancarlo Cancelleri, Claudio Fava, Fabrizio Micari



PALERMO - Si avvicina il giorno delle elezioni e iniziano i primi pronostici sul futuro politico siciliano.
Secondo il sondaggio effettuato da Index Research per la trasmissione di La7, Piazza Pulita, ad andare avanti nel gradimento agli elettori è il candidato del Centrodestra, Nello Musumeci, che il 36% degli intervistati voterebbe come prossimo Presidente della regione.

A seguirlo, con uno stacco di sei punti è il candidato del Movimento Cinque Stelle, Giancarlo Cancelleri il quale, da giorni  in posizione di instabilità a causa della sospensione delle Regionarie, si attesterebbe al 30%.

Al terzo posto, secondo il sondaggio troviamo il candidato dell’ala estrema della sinistra, Claudio Fava, che raccoglie il 16% delle preferenze, di poco sopra l’altro candidato a sinistra Fabrizio Micari. Il sondaggio saggia gli umori degli elettori siciliani, e i risultati confermano un po’ le previsioni sui favoriti nella corsa alla presidenza, anche se si evidenzia una progressiva fase calante dei grillini e un progressivo avanzamento del centrodestra con la Lega che traina a quota 15%.

L’indagine è stata realizzata tramite interviste telefoniche con metodologia C.A.T.I., con un questionario strutturato che ha visto contattati un totale di 4.042 persone, con 800 interviste complete. La domanda che è stata posta è: “Se ieri si fossero tenute le elezioni per eleggere il Presidente della sua Regione, per quale dei candidati avrebbe più probabilmente votato?”.
Da ciò è emersa una fotografia di intenzione di voto che vede il Partito Democratico perdere lo 0,4% rispetto all’ultima rivelazione, mentre la Lega Nord raggiunge il 15% allungando ancora la distanza da Forza Italia che guadagna il 13%. Fratelli d’Italia invece rimane inchiodato al 5,3%.

Fabrizio Micari,
candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione siciliana, durante un incontro con i suoi sostenitori in provincia di Messina, ha espresso qualche perplessità circa gli esiti dei numerosi sondaggi che stanno venendo fuori in queste ore: “Questa guerra dei sondaggi  - ha detto - non mi appassiona, i numeri sì: da una vita mi confronto con i numeri, è il mio mestiere, quindi li comprendo e non mi stupiscono. Musumeci e Fava sono più conosciuti di me? Il primo fa politica da 49 anni, mezzo secolo. Il secondo da oltre 25 anni, segue le sue orme”.

“Io sono una ‘matricola’ rispetto a loro - ha aggiunto - sono un cittadino che per la prima volta decide di impegnarsi in prima persona in politica. Sono sicuro che con il sostegno dei cittadini e con la forza di tante donne e uomini che si candideranno con noi, il 5 novembre la nostra ‘sfida gentile’ vincerà: saranno quelli gli unici numeri che conteranno davvero”.

Articolo pubblicato il 23 settembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus