Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Alicudi: scuola con tre alunni, gli insegnanti scappano via
I paradossi della "buona scuola": nella piccola isola delle Eolie non vuole insegnare nessuno, tranne gli insegnanti eoliani costretti però a lavorare al Nord

Tags: Alicudi, Filicudi, Eolie, Scuola, Insegnanti, Isola, Siena, Nord, Buona Scuola, Direzione Scolastica, Preside, Fanti, Mirella Fanti



ALICUDI (ME) - Tre alunni in tutto nella scuola più piccola d'Europa, a Filicudi, piccola isola delle Eolie dove gli insegnanti arrivano e subito scappano. Tanto che i genitori, con in testa la signora Immacolata Barbuto, hanno richiesto la presenza dei carabinieri. 
 
IL RACCONTO DELLE MAMME - "La scuola - raccontano le mamme - era rimasta chiusa dalle elezioni. L'altro ieri era arrivata una supplente che ieri è dovuta ripartire con la nave, pare causa malattia. Questo alla primaria. Al Cpe (Centro preparazioni esami) è arrivata ieri mattina una docente che ha fatto neanche un'ora di lezione ed è ripartita con la nave anche lei. Oggi e domani la primaria rimarrà chiusa e al Cpe è prevista una lezione di due ore circa che sarà svolta dalla insegnante in pensione residente e della primaria. Se questa è la soluzione...". Gli alunni sono tre in tutto.
 
GLI INSEGNANTI EOLIANI INVECE LAVORANO A SIENA - Simili disagi anche nella vicina isola di Filicudi. "E' una lotta continua - dicono gli abitanti - si chiede pertanto all'assessore e al sindaco di intervenire presso la direzione scolastica regionale. Non si può più sostenere oltre una simile situazione". "Tutto questo - commenta Graziella Bonica, di Filicudi, che insegna in un paese di montagna vicino a Siena - mentre una decina di eoliani lavora lontano dalle isole. Abbiamo richiesto di poter rientrare nelle nostre isole dove i docenti non vogliono andare, ma fino ad ora dal ministero della pubblica istruzione nessuna risposta. Se questa è la buona scuola...". 
 
L'EROICA PRESIDE DELLA SCUOLA - Cento abitanti circa e due soli alunni nella scuola più piccola d'Italia: così scrivevamo sul Quotidiano di Sicilia nel 2014. Allora la scuola venne “salvata” grazie alla caparbietà di Mirella Fanti, dirigente scolastico dell'Istituto “Lipari 1” da cui dipende il plesso di Alicudi, una tipica casa eoliana di propietà del Comune di Lipari. La Fanti ai tempi dichiarò: “Ce l'abbiamo fatta anche quest'anno a salvare la piccola scuola grazie alla buona volontà delle istituzioni e delle famiglie che hanno accolto le nostre sollecitazioni a non abbandonare il proprio territorio".
 
L'ISOLA ISOLATA - "In effetti Alicudi - proseguiva la Fanti - senza la scuola è ancora più isolata, perché tra un insegnamento e l'altro nelle ore pomeridiane si praticano anche tante attività rivolte a tutte la comunità”. Una realtà, quella della scuola di Alicudi, tanto particolare e suggestiva da aver ispirato persino "L'ultimo giorno", un documentario prodotto da ZaLab e dal Museo del Cinema di Stromboli, un film documentario dedicato a tutti i maestri e le maestre che si battono quotidianamente per difendere il diritto dei bambini a una scuola moderna, creativa e democratica". 

IL MUSEO A SCUOLA - Nel 2015 proprio nella scuola di Alicudi è stato inaugurato il “Museo dell’Isola” dedicato alla memoria della minuscola isola delle Eolie, con una prima esposizione della raccolta di foto e video dagli anni ‘60 agli anni ‘80. Il progetto dell'Istituto Comprensivo “Lipari 1” è stato realizzato grazie al contributo della Regione che ha accolto la proposta della dirigente Mirella Fanti su idea della ex docente Teresa Perre, curatrice della mostra.
 
 

Articolo pubblicato il 16 novembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐