Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

X Factor, la vittoria del 26enne ragusano Lorenzo Licitra
di Redazione

Dalla musica lirica alle sperimentazioni pop, l'avventura musicale del giovane, molto sostenuto dal pubblico siciliano, che adesso pensa a come costruire un percorso per il futuro, anche all'estero

Tags: X Factor, Licitra, Talent, Sky, Musica, Ragusa



MILANO - "Dedico questa vittoria a mio nonno che è scomparso proprio in questi mesi e che da qualche parte mi avrà visto ad X Factor, oltre che a Fortunato Zampaglione che ha scritto il mio inedito". A parlare è Lorenzo Licitra, il 26enne di Ragusa vincitore di X Factor, il giorno dopo la vittoria, sul palco della finale dell’undicesima edizione del talent show di Sky.
 
Il cantante che dalla musica lirica è approdato al pop comincia a ripercorrere la sua avventura. "La vittoria è arrivata inaspettata - ha detto Licitra - e anche Mara Maionchi è stata sorpresa. Da sempre è stata lei a dirmi che oltre al canto, dovevo utilizzare il modo di tenere il palco per comunicare quello che avevo da dire con i pezzi che cantavo. Penso che alla fine il lavoro fatto in questo senso sia arrivato anche nelle case di chi mi ha votato".
 
 
Il televoto ha premiato il giovane siciliano
 
 
La finale di X Factor più vista di sempre ha raggiunto esattamente 2.783.749 persone, tra Sky Uno HD, Tv8 e Cielo, che alla fine, con il televoto hanno deciso di puntare sul giovane siciliano. "Quando facevo musica lirica - ha detto Licitra - non c'era qualcosa in particolare che mi mancasse, ma ho scoperto che mi piace provare strade nuove, sperimentare, cosa che posso fare con la musica pop. Con questa esperienza ho chiuso un cerchio, grazie anche alla scelta di brani pop che in certi casi piu' pop di cosi' non si poteva".
 
 
Un’ascesa graduale prima di arrivare in finale
 
 
L'ascesa di Licitra all'interno della competizione è stata graduale, ma alla fine ha dato i suoi frutti. Criticato inizialmente dai giudici, in particolare da Manuel Agnelli e Fedez che più volte avevano commentato le sue esibizioni parlando di una mancanza di identità, alla fine anche gli scettici del tavolo dei giudici hanno dovuto ammettere il percorso musicale che ha portato Licitra a scavalcare nel televoto i suoi concorrenti, prima Samuel Storm ed Enrico Nigiotti, poi quei Maneskin che erano dati per indiscussi favoriti alla vittoria finale.
 
 
"Ero più che consapevole che loro erano i favoriti - ha detto Licitra a proposito della band romana - e sarei stato contento della loro vittoria. Hanno diciotto anni e sembra che ne abbiano quaranta di carriera alle spalle perché sono degli artisti e hanno dimostrato di avere carattere. Alla fine però Alessandro Cattelan ha chiamato il mio nome e sono contento".
 
 
“La vittoria reale è quella che viene dopo, quando costruisci un percorso”
 
 
Per il vincitore di X Factor, adesso si tratta di cominciare a lavorare e di trovare una strada per la sua musica. "L'idea di portare la mia musica all'estero c'è - ha detto a proposito il cantante - ma mi piacerebbe lavorare anche con la lingua italiana. Ho voglia di trovare i brani giusti per me e un'immagine che sia quanto più possibile vera. La reale vittoria è quella che viene dopo, quando dimostri di poter costruire un percorso".
 
 
Il papà: “Determinante l’apporto del pubblico di Ragusa”
 
 
"Non era facile vincere ma Lorenzo in cuor suo ci ha sempre creduto e sperato. Il pubblico ibleo ha fatto la sua parte col suo voto dimostrando affetto e calore per Lorenzo che ieri nonostante avversari competitivi si è imposto dimostrando per intero il suo valore". Lo ha detto il papà di Lorenzo, Franco, farmacista.

Articolo pubblicato il 15 dicembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐