Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

L'Oro verde luccica, le menti anche: viabilità, turismo, cinema, arte: le proposte per valorizzare Bronte


Quando sei un paese alle pendici del vulcano più alto d’Europa, non passi certo inosservato. Senza contare che sei stato decantato da Verga nella novella Libertà, sei culla di poeti e pittori, sei stato protagonista di vicende storiche che lasciarono il segno durante l’Unità d’Italia.
Essere Bronte è meraviglioso: storia, arte e cultura coesistono in questa cittadina da 20mila abitanti.
 
Da un po’ di tempo sono emerse diverse problematiche, il paese si è effettivamente “immobilizzato” come pietra lavica: è per questo che è giunta l’ora di valorizzare Bronte con proposte nuove e valide, per restituire in città un clima scoppiettante come lava e fuoco.
Sulla base delle testimonianze di coloro che vivono giornalmente disagi relativi alla viabilità, è auspicabile una soluzione che potrebbe soddisfare le varie esigenze dei cittadini: migliorare le linee di trasporto che oggi sono molto carenti; incrementare il numero delle corse degli autobus e riorganizzare gli orari dei mezzi ferroviari, rendendoli più elastici per gli utenti. I vantaggi non riguarderebbero solo gli studenti, ma un più vasto target di persone. Le condizioni stradali non sono accettabili: un manto stradale inadeguato, privo di qualsiasi tipo di manutenzione, induce gli autisti a compiere azzardate manovre per evitare gravi danni ai veicoli. È necessario, dunque, provvedere alla sistemazione delle strade per garantire sicurezza e fluidità del traffico.
 
Tutte queste operazioni incrementerebbero il turismo del nostro territorio, oltre che facilitare la vita dei cittadini. Il turismo è un aspetto fondamentale per lo sviluppo di Bronte: eventi, manifestazioni e iniziative non vengono sufficientemente pubblicizzati.
Creare un canale di collegamento con altri paesi e istituire una campagna pubblicitaria efficiente e di risonanza regionale permetterebbe anche una maggiore partecipazione ad eventi quali la Sagra del Pistacchio e le varie mostre artistiche organizzate sia da studenti che da privati. Questo consentirebbe anche una valorizzazione dei prodotti locali, e non soltanto il pistacchio – chiamato fieramente Oro Verde – ma anche altre produzioni culinarie.
 
Il lavoro porta lavoro: più gente, più vendite; più turisti, più guadagno. E più giovani che possono muovere i primi passi nel mondo lavorativo grazie agli eventi, tipicamente brontesi e non, adeguatamente pubblicizzati.
Altro punto fondamentale per la valorizzazione di Bronte è proporre attività culturali che possano offrire alternative valide e stimolanti, ultimamente in grave mancanza. La soluzione potrebbe essere la completa riapertura del cineteatro comunale: l’edificio, sebbene sia in buono stato, da qualche anno a questa parte è adibito esclusivamente a sporadiche rappresentazioni teatrali, perché i fondi per mantenere aperta una – seppur modesta, ma funzionante – sala cinematografica non erano sufficienti. La riapertura del cinema potrebbe offrire un luogo di ritrovo non solo per i brontesi ma anche per gli abitanti dei paesi limitrofi.
Le proposte ci sono, e tutte fattibili. Per cambiare il paese basta poco: volontà, unione e voglia di migliorarsi.
 
Classi quinte dell'Istituo Capizzi di Bronte

Articolo pubblicato il 16 dicembre 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus