Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Mercato immobiliare, tra 2016 e 2017 crescita delle compravendite in Sicilia
di Redazione

Emerge dal Market Report Sicilia 2017-2018 realizzato da Engel & Völkers e dalla Società di studi economici Nomisma. Per il 2018 previsto nell’Isola un’ulteriore aumento associato alla stazionarietà generale dei prezzi

Tags: Sicilia, Mercato Immobiliare, Economia



PALERMO - In Sicilia, nel 2016, dopo gli anni della crisi economica, si sono intensificati i segnali di recupero del mercato immobiliare residenziale nel complesso, con una crescita delle compravendite del 12,4%. Il primo semestre del 2017 ha poi registrato un incremento del 6,5%. Con riferimento ai prezzi degli immobili di lusso, l’eterogeneità del territorio comporta performance differenti.
Le quotazioni sono in crescita a Siracusa e Ragusa, stabili a Mondello e Taormina e in leggera flessione a Catania e Trapani. Ad eccezione di Taormina, località di fama internazionale, il mercato sia nei capoluoghi sia nelle località di mare, è trainato dalla domanda locale. Per il 2018, nell’Isola, è previsto un aumento del numero di compravendite, associato a una stazionarietà generalizzata dei prezzi. È quanto emerge dal Market Report Sicilia 2017 -2018 realizzato in partnership da Engel & Völkers, Gruppo immobiliare leader nel mercato del pregio presente in oltre 30 Paesi e 4 continenti, e la Società di studi economici Nomisma.
 
“In generale in Italia la ripresa dell’economia e una maggiore apertura del sistema bancario stanno sostenendo l’acquisto di immobili residenziali, soprattutto per la prima casa, ma anche per l’acquisto a scopo investimento. Anche in Sicilia si conferma tale dinamica, dove peraltro in alcune località di particolare pregio, il mercato è trainato anche dall’interesse degli investitori esteri”, ha dichiarato Luca Dondi, Managing Director Nomisma.
 
“Il mercato immobiliare della Sicilia ha registrato un aumento delle compravendite e della domanda confermato anche per il segmento del pregio”, ha dichiarato Alberto Cogliati, Direttore Commerciale Engel & Völkers Italia. “La Sicilia si conferma così una delle località d’Italia più strategiche per l’espansione del nostro Gruppo che nell’Isola, ad oggi, possiede ben quattro shop a Taormina, Palermo, Siracusa e Catania”.
 
Palermo e Mondello
A Palermo le zone di maggior pregio per l’acquisto della prima casa sono: Piazza Verdi e Piazza Politeama, Libertà-Sammartino, Giardino Inglese, Sciuti-Notarbartolo e Villa Sperlinga; Mondello, invece, rappresenta la zona più ricercata per l’acquisto della seconda casa. Gli acquirenti sono principalmente famiglie, con componenti tra i 40 e 55 anni, e per il 90% la clientela è nazionale. Nel 20% dei casi la domanda italiana ricorre a un finanziamento bancario, mentre la clientela straniera affronta l’acquisto con la liquidità necessaria. Secondo i dati di Engel & Völkers, nel segmento del lusso tra il 2015 e il 2016 i prezzi delle abitazioni ristrutturate sono rimasti stazionari, per tornare a crescere nel 2017 raggiungendo valori medi tra i 2.850 e i 3.150 euro/mq nelle aree migliori. In generale, la presenza di vista panoramica, la vicinanza al mare o una posizione centrale possono contribuire alla crescita del valore di compravendita fino al 20-25%. Negli ultimi 24 mesi i prezzi top registrati nell’area hanno raggiunto i 3.000 euro/mq per gli immobili in ottima posizione.
 
Cefalù
Dal Report emerge che Cefalù è tra le località marine più apprezzate della Sicilia. Secondo i dati di Engel & Völkers per il 2017 i prezzi non hanno fatto registrare particolari variazioni e si attestano tra i 2.700 e i 2.800 euro/mq per abitazioni nuove. Maggiore il valore per gli immobili ristrutturati, che oscilla tra i 3.300 e 4.500 euro/mq. Tra i fattori che contribuiscono a un aumento di valore fino al 20% ci sono la vista panoramica, il terrazzo o il balcone (10%). Negli ultimi due anni nell’area sono stati registrati prezzi top pari a 5.000 euro/mq per gli immobili più esclusivi.
 
Catania
Il mercato immobiliare di pregio dell’area di Catania è in crescita e le zone più ricercate sono Corso Italia e via Etnea in città, il Lungomare e la Scogliera, San Gregorio di Catania e Acicastello lungo la riviera dei Ciclopi. Le tipologie di immobile più richieste sono l’attico con terrazza vista mare, con tre camere da letto, in alternativa la villa o l’appartamento sempre affacciati sul mare. Gli acquirenti internazionali provengono soprattutto da Germania Svizzera e Francia. Stando ai dati Engel & Völkers nel 2017 i prezzi hanno registrato un’ulteriore flessione annua (circa -3%). I prezzi degli immobili nuovi nelle migliori location sono compresi nel range 2.300-3.300 euro/mq. Negli ultimi due anni, il prezzo più alto registrato nell’area è stato invece di 3.900 euro/mq.
 
Taormina, Etna e costa orientale
Dal 2015 ad oggi, la domanda di residenze di pregio è tornata a crescere, dopo il rallentamento che aveva interessato l’intero segmento di mercato dal 2008, a causa della crisi economica. Gli acquirenti sono per lo più stranieri o provenienti dal Nord Italia, ma è presente anche una clientela locale che investe nelle seconde case. Secondo Engel & Völkers, negli ultimi due anni il mercato della zona è stato caratterizzato da un aumento della domanda di acquisto e da una crescita delle compravendite. Nel 2017 i prezzi degli immobili nuovi ha oscilllato tra i 3.000 e i 4.000 euro/mq, mentre quelli degli immobili non ristrutturati tra i 2.300 e i 2.500 euro/mq. I prezzi top registrati a Taormina, mare e centro, si aggirano introno ai 7.300 euro/mq. La vicinanza dal mare può influire sul prezzo del 25-30%; lo stesso vale la presenza di garage o posto auto nel centro storico.
 
Siracusa
La quasi totalità degli immobili di pregio (oltre l’80%) viene acquistata come seconda casa. La provenienza degli acquirenti stranieri, che rappresentano il 38% del totale, riguarda in particolare Regno Unito, Germania e Francia. Gli immobili più richiesti sono appartamenti di taglio medio e grande (50-100 mq) con terrazza e vista mare, anche da ristrutturare. Secondo il Gruppo immobiliare tedesco, nel 2017 i prezzi nel mercato del lusso, a Siracusa, hanno registrato un incremento pari a circa il 3-3,5%, con quotazioni per le abitazioni nuove e ristrutturate che oscillano in un range di 3.000-3.900 euro/mq. Qui, una posizione centrale o di prestigio può accrescere il valore dell’immobile fino al 40%. Nell’ultimo hanno i prezzi top registrati in quest’area hanno raggiunto la quota di 5.000 euro/mq ad Ortigia.
 
Ragusa
Il segmento degli immobili di pregio in provincia di Ragusa non ha subito i contraccolpi della crisi del mercato immobiliare generalizzato. Gli acquirenti internazionali provengono soprattutto dal Nord Europa, in particolare da Belgio, Germania, Svizzera e Regno Unito e le tipologie di immobili più richieste sono le antiche masserie con baglio o le antiche dimore nobiliari che non richiedono eccessivi interventi di ristrutturazione. Nel 2017, i prezzi sono tornati a crescere dopo la flessione del 2016. Le abitazioni nuove o ristrutturate arrivano a quotazioni comprese tra i 1.800 e 2.500 euro/mq, con prezzi top fino a 2.600-2.700 euro/mq.
 
Trapani e Isole
Nel mercato immobiliare dell’area, le località di maggiore pregio sono Trapani centro storico, Favignana, Levanzo, Marettimo, Pantelleria, San Vito Lo Capo. Qui si prediligono appartamenti con balcone o terrazza o villette con giardino, richieste soprattutto dalle famiglie. Il 75% della domanda è di nazionalità italiana. La domanda internazionale, invece, è generalmente composta da acquirenti austriaci, tedeschi e britannici.
A Trapani il prezzo di un immobile di pregio nuovo, e in ottima posizione, oscilla tra i 2.000 e i 2.200 euro/mq e scende tra il 1.600 e i 2.100 euro/mq per gli immobili ristrutturati o usati abitabili. A Favignana e Marettimo le quotazioni sono più elevate rispetto a Trapani. A Favignana la quotazione per una villa ristrutturata o un appartamento in una zona esclusiva è di circa 4.100-4.500 euro/mq per scendere a 2.100-2000 euro/mq in posizioni più discrete. A Marettimo i prezzi medi per gli immobili ristrutturati si aggirano invece sui 3.000-4.000 euro/mq. Quotazioni leggermente inferiori si trovano a San Vito Lo Capo, con prezzi pari a 3.500 euro/mq per immobili nuovi e a 2.600 per l’usato abitabile.

Articolo pubblicato il 03 gennaio 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus