Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania sede operativa di Elettra, si consolida come hub strategico
di Redazione in collab. con Rete civica per le Infrastrutture nel Mezzogiorno

L’ex France Telécom pianifica di incrementare le attività all’interno del porto etneo



L’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia Orientale, che comprende i porti di Augusta e Catania, ha recentemente avviato un programma per l’infrastrutturazione e la modernizzazione di entrambi i porti. Vari sono i progetti in cantiere per i prossimi anni, tra i quali possiamo citare interventi atti alla mitigazione delle problematiche ambientali e alla creazione di fonti energetiche alternative; la promozione dell’intermodalità e della logistica con nuovi approdi, nuove banchine e la nuova ferrovia che collegherà Siracusa e Catania; lo sviluppo del traffico crocieristico, che già vede la stagione 2018 con un netto raddoppio di passeggeri rispetto all’anno precedente, il ritorno di Costa Crociere, e la costruzione di un nuovo terminal; la riqualificazione del waterfront con un progetto per la creazione di una passeggiata sul mare aperta alla fruizione dei cittadini, arredata con percorsi ludici e punti di ristoro; la creazione di un’area adibita all’approdo dei mega yacht per incentivare il turismo diportistico, con notevole ricaduta economica sul territorio.
 
Si punterà inoltre allo sviluppo delle attività tecnologiche. A tal proposito si è tenuto, alcuni giorni fa, un incontro con l’azienda Elettra Tlc S.p.A. del gruppo multinazionale Orange, originariamente France Télécom, la maggiore impresa di telecomunicazioni in Francia, che abbraccia in pieno le politiche di sviluppo messe in atto dall’Autorità di Sistema Portuale e pianifica di incrementare le proprie attività all’interno del porto di Catania, ove ha sede l’unico deposito posa cavi attualmente esistente in Italia.
 
Elettra è società armatrice di due navi posacavi per le telecomunicazioni, la Teliri, utilizzata per le nuove installazioni e la Meucci, utilizzata per le operazioni di manutenzione e riparazione. L’attività principale della sede operativa di Catania è quella dello stoccaggio dei cavi e degli equipaggiamenti di scorta per la manutenzione della maggior parte dei collegamenti sottomarini per telecomunicazioni in fibra ottica in servizio nel bacino del Mediterraneo, del Mar Rosso e del Mar Nero, assieme allo svolgimento di alcune attività di supporto logistico-operative per le proprie navi posacavi e frequentemente anche per altre compagnie del settore.
è quindi superfluo sottolineare l’importanza sempre crescente di questa struttura portuale, geograficamente strategica per le attività e lo sviluppo delle telecomunicazioni e della rete multimediale. La sua posizione permette di raggiungere qualsiasi sito operativo in poco tempo, riducendo significativamente il tempo utile per la posa dei cavi o le riparazioni, grazie anche ad un ridotto tempo di navigazione.
 
La società fu fondata nel 1996 e da allora ha effettuato con successo indagini oceanografiche in Mar Mediterraneo, Oceano Atlantico e Indiano; installazioni e riparazioni di sistemi sottomarini nel Mare del Nord, Mar Mediterraneo, Oceano Atlantico, Oceano Indiano ed Oceano Pacifico per conto dei maggiori operatori e fornitori mondiali.
La scelta di Catania come sede operativa di Elettra, conferma l’importanza della centralità del porto etneo rispetto al bacino del Mediterraneo, importanza comprovata anche dall’inserimento del porto nella rete dei corridoi Ten-T.

Articolo pubblicato il 26 gennaio 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐