Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Losanna, la giovane "San Francisco d'Europa": un tour tra storia ed arte nel Canton Vaud
di Nicoletta Fontana Conservo

Una città internazionale adagiata sul lago di Ginevra, ricca di musei, attività culturali e raffinate specialità eno-gastronomiche 

Tags: Losanna, Svizzera



Siamo a Losanna, nel Canton Vaud, in quella città che è stata definita dall’Huffington Post la “San Francisco d’Europa”. Losanna è giovane, dinamica, internazionale, ricca di musei, attività culturali e gastronomiche.
 
Adagiata sul Lago di Ginevra, questa piccola città è dal 1994 Sede del Comitato Olimpico Internazionale (Cio), e così ci invita, come prima tappa, a visitarne il museo.
 
Le Musèe Olympique non è solo custode di reperti sportivi, ma risulta essere una straordinaria combinazione tra arte e storia, che parte dall’antica Grecia per arrivare ai giorni nostri, attraverso le esposizioni di tutti poster disegnati da grandi artisti nel corso delle gare olimpioniche.
 
Il parco che circonda il museo regala una ricca mostra di sculture open air realizzate da grandi artisti tra cui Rodin, Botero, Niki Saint Phalle e molti illustri nomi del panorama mondiale. Molto piacevole rimanere a pranzare al TomCafè: nel periodo delle Olimpiadi invernali, da poco concluse a PyeongChang, proponeva anche piatti tipici coreani.
 
Sempre nella stessa via, in una magnifica villa affacciata sul lago che risale al XVII secolo, troviamo il Musée de l’Elysée, uno dei più importanti musei d’Europa dedicati alla fotografia. Fino al 6 maggio sarà in mostra “La bellezza delle linee” una selezione di opere della collezione Sondra Gilman e Celso Gonzalez-Falla, costituita da più di 1500 opere dei più grandi fotografi del XX e XXi secolo basati a New York.
 
Ancora arte alla Collection de l’Art Brut, che nasce dall’intuizione del grande Jean Dubuffet. L’artista francese ha donato alla città di Losanna la sua personale collezione di opere realizzate da quelli che si possono definire dei “non artisti”, come malati psichiatrici o bambini. Un percorso fortemente emotivo che mette in luce il concetto di Dubuffet sul valore di una nuova espressione artistica avulsa dall’arte tradizionale, un’arte grezza, primordiale e spontanea, ma ricca di valore perché non contaminata da stereotipi culturali. Straordinaria!
 
Il quartiere più giovane di Losanna si chiama Flon, un vecchio complesso industriale dismesso dagli anni ‘50, trasformato nel 2002 in un centro di negozi di design, ristoranti e boutique vintage grazie all’intervento di audaci architetti locali.
 
Molto piacevole passeggiare in questa nuova zona pedonale e fermarsi a mangiare da Le Nomade, uno dei ristoranti più trendy della città.
 
Alla fine della via vi ritroverete in una piazza, in cui spicca una straordinaria scultura a forma di grande albero, realizzata dall’atelier Oloom.
 
La Svizzera è per antonomasia cioccolato e per deliziare la vostra giornata, prendetevi il tempo per andare alla Chocolaterie in Av. Mon-Repos, che oltre a un’eccellente scelta di praline e cioccolato, propone anche un’ampia proposta di te rari e pregiati. Ordinate l’ottima cioccolata calda, servita con panna e scaglie di cioccolato fondente.
Losanna è anche meta gastronomica d’eccellenza, che vanta diversi ristoranti stellati in città e dintorni.
Se non sceglierete di soggiornare al Beau- Rivage Palace, uno degli hotel più esclusivi della città, prenotate almeno una cena nel suo ristorante, per assaporare la cucina della chef Anne-Sophie Pic, fiore all’occhiello del Beau-Rivage, con 2 stelle Michelin e 18 punti GaultMillau.
 
A Crissier c’è il celebre Restaurant de l’Hotel de Ville, che vanta tre stelle e 19 punti Gault Millau, mentre in città sono da segnalare La Table d’Egard dell’hotel Lausanne Palace e l’Eligo Rastaurant con una stella Michelin.
 
Gli amanti della cucina tradizionale invece ceneranno al Pinte Besson, il locale più storico della città, che vanta più di 238 anni di attività. Avvolti da un’atmosfera calda e accogliente, dall’autentico sapore medievale, qui potrete degustare la più buona fondue bourguignonne della città. Ottimo.
 
La Città di Losanna è la più importante realtà vinicola della Svizzera, proprietaria di cinque tenute viticole: l’Abbaye de Mont, il Domaine du Burignon, il Château Rochefort, il Domaine du Clos des Moines e il Domaine du Clos des Abbayes. Un’autentica calamita per i viaggiatori in cerca di prodotti genuini. C’è da sapere che, secondo una tradizione che risale dal 1803, i vini della città di Losanna sono oggetto di un’asta che si tiene ogni anno nel mese di dicembre.
 
I vini provengono dai vigneti della limitrofa zona del Lavaux, in cui le magnifiche colline coltivate, si affacciano sul lago Lemano e sono avvolte da un maestoso e spettacolare paesaggio alpino. Un terrazzamento a opera dell’uomo, di tale rara bellezza, che è stato iscritto nel Patrimonio mondiale dell’umanità (Unesco).
 

 
INFORMAZIONI
 
 
HOTEL
- Hotel Beau- Rivage Palace
www.brp.ch
- Hotel de La Ville
www.restaurantcrissier.com
-Hôtel des Voyageurs
www.voyageurs.ch
-Hotel Fassbind
www.byfassbind.com
 
INFO UTILI
- Coloro che pernottano nella città di Losanna per un massimo di 15 giorni, avranno diritto a viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici durante il soggiorno
- www.lausanne-tourisme.ch/en/Z5627/getting-around-lausanne
- www.svizzeraturismo.it

Articolo pubblicato il 23 marzo 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus