Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - La Cultura apre le porte a tutti anche per Pasqua e Pasquetta
di Gaspare Ingargiola

I principali siti culturali del capoluogo saranno regolarmente operativi durante le prossime festività. Da Addiopizzo un’iniziativa per coinvolgere gli abitanti dei quartieri più a rischio
 

Tags: Palermo, Pasqua, Addiopizzo



PALERMO – La Capitale della cultura non va in vacanza e, come reso noto dal capo area della Cultura del Comune, nei giorni di Pasqua e Pasquetta 2018 i principali siti culturali del capoluogo saranno regolarmente aperti.
 
Il complesso di S. Maria dello Spasimo accoglierà i visitatori dalle ore 10 alle ore 18 (ultimo ingresso ore 17,30); la Galleria d’arte moderna sarà operativa dalle 9,30 alle 18,30; i Cantieri culturali alla Zisa apriranno i battenti dalle 10 alle 18,30.
 
Un’occasione da non perdere, sia per i turisti attesi in questo periodo che per i palermitani decisi a trascorrere in città queste vacanze. E proprio ai palermitani, nell’ambito di questo anno dedicato alla cultura, è dedicata un’interessante iniziativa lanciata dall’associazione Addiopizzo.
 
“Abbiamo immaginato – hanno affermato i rappresentanti del sodalizio - che ‘‘Palermo capitale della Cultura’ possa essere anche un modo per vivere e conoscere la città secondo una dimensione diversa da quella quotidiana della piazza, in cui si collocano i ragazzi con i quali siamo impegnati in zona Magione. E in rete con enti artistici, scientifici, culturali, religiosi ed economici abbiamo costruito un programma per tutto il 2018: attività, iniziative e laboratori che realizzeremo dentro e fuori la piazza, perché la cultura è per tutti”.
 
“A Palermo - hanno aggiunto dall’associazione - le sacche di povertà educativa e le condizioni di degrado sociale ed economico rimangono una delle più gravi emergenze che alimentano mal costume, illegalità diffusa e criminalità organizzata. Nonostante gli sforzi quotidiani di cittadini, volontari, associazioni e scuole, anche piazze come la Magione e quartieri come la Kalsa non si sottraggono a tale stato di degrado”.
 
“Ci siamo chiesti – hanno spiegato da Addiopizzo - come ‘Palermo capitale della Cultura’ possa avere un senso per i ragazzi con cui operiamo e le loro famiglie che vivono nel quartiere. Abbiamo così pensato a un’occasione per osservare Palermo da altre dimensioni, assieme all’Aeroclub di Bocca di Falco e alla Lega navale di Palermo. Una possibilità per scoprire spaccati artistici, culturali e ambientali della città e sperimentarsi in esperienze e laboratori che possono stimolare creatività e immaginazione con la collaborazione del Teatro Massimo di Palermo, l’Orto Botanico, il Teatro Biondo e il Parco Uditore. Un modo per trascorrere momenti di svago, aggregazione e riflessione in compagnia delle famiglie e in occasione della proiezione di un film al Cityplex Metropolitan”.
 
Il primo appuntamento è già fissato tra pochi giorni. Con alcuni ragazzi e famiglie di piazza Magione i volontari dell’associazione faranno un giro in bus per il centro storico della città con Open Artour, raggiungendo anche Monreale alla scoperta del Duomo e il Convento dei Cappuccini per la visita alle Catacombe. Un viaggio alla scoperta della bellezza, della cura e della valorizzazione di spazi che sono di tutti.

Articolo pubblicato il 29 marzo 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus