Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Navi: Palermo, tutti pazzi per l'Amerigo Vespucci
di Redazione

Lunghe file sotto al sole per visitare gemma Marina militare, considerata l'imbarcazione più bella del mondo e che dal 1931 accoglie gli allievi ufficiali dell'Accademia di Livorno per l'addestramento. La conferenza stampa di Armao e la scoperta che l'equipaggio fa la raccolta differenziata

Tags: Navi, Palermo, Tutti Pazzi Per L'Amerigo Vespucci, File Sotto Il Sole, Accademia Livorno, Conferenza Stampa Armao Sicurezza Porti, Differenziata



E' stata un'autentica festa per i palermitani la presenza nel porto di Palermo del veliero Amerigo Vespucci, la gemma della Marina militare, considerata la nave più bella al mondo, ambasciatrice dell'Unicef dal settembre del 2007.
 
Lunghissime code anche di tre o quattro ore per poter salire sul prestigioso veliero che dal 22 febbraio 1931 accoglie gli allievi ufficiali dell'Accademia di Livorno per l'addestramento.
 
"Ho aspettato tre ore - ha raccontato uno dei tanti palermitani rimasto in coda per fare un giro sull'imbarcazione - ma ne è valsa la pena. E' stato molto emozionante. Una vera meraviglia".
 
La nave è stata anche teatro della conferenza stampa del vicepresidente dela Regione Gaetano Armao per parlare della messa in sicurezza dei porti siciliani grazie alla collaborazione tra Marina Militare e Regione.
 
Come avvenuto a Pantelleria, dove nel maggio scorso i palombari del Gruppo Operativo Subacquei (Gos) del Comsubin, servendosi di materiali e apparecchiature di ultima generazione, hanno frantumato un masso di mezza tonnellata che ostruiva il porto dalla mareggiata del 2012. Ciò ha riportato il fondale portuale da due a quatto metri e mezzo consentendo così di nuovo l'attracco per i traghetti di linea e le navi container.
 
"Un modello quello di Pantelleria - ha detto Armao - che sarà esteso anche ad altre zone della Sicilia. Da lunedì metterò in contatto l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone con l'ammiraglio Salvatore Gravante, direttore marittimo della Sicilia occidentale, per chiedere l'intervento della Marina in tutte quelle operazioni per mettere in sicurezza il mare attorno ai porti siciliani. Sono interventi che con minime risorse economiche saranno di grande utilità per la collettività".
 
Tornando alle visite sulla Vespucci, c'è da aggiungere che l'equipaggio, al comando di Roberto Recchia, è composto da 270 militari tra uomini e donne. E sono tutti indispensabili per manovrare la nave.
 
Solo per aprire tutte le vele servono 250 persone che lavorino contemporaneamente.
 
Per razionalizzare lo spazio, tutti gli allievi sulla Vespucci dormono in amaca che viene montata la sera e smontata l'indomani mattina.
 
Grande sorpresa ha suscitato nei palermitani il notare, in una zona della nave, dei grossi contenitori per la raccolta di carta, vetro, plastica e umido.
 
"Il rispetto per l'ambiente è una delle attività principali della Vespucci - ha spiegato l'ufficiale della Marina che guida i visitatori - e la raccolta differenziata è una delle priorità per migliorare l'ambiente in cui viviamo".
 
 
 

Articolo pubblicato il 09 giugno 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐