Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Caltanissetta - Compenso all’esperto esterno il sindaco replica alle accuse
di Annalisa Giunta

Dodicimila euro per i mesi di ottobre e novembre. Prima l’incarico era stato assegnato gratuitamente. Opposizione e parte della maggioranza hanno criticato le scelte di Campisi

Tags: Caltanissetta, Vito Margherita, Salvatore Campo, Michele Campisi



CALTANISSETTA – Non si placa ancora lo scontro tra amministrazione comunale e opposizione (ma non soltanto) sulla questione dell’eccessivo compenso concesso all’esperto in tema di legalità, Salvatore Campo, nominato dal sindaco Michele Campisi.

“Un compenso – ha sottolineato il consigliere dell’Mpa, Vito Margherita - di oltre 12 mila euro per i soli mesi di ottobre e novembre mi sembra davvero smisurato. Il sindaco, con propria determinazione sindacale, ha provveduto a conferire l’incarico al fine di rafforzare le attività dell’Associazione antiracket intitolata a Rosario Livatino e per altre iniziative per la legalità. Però, nel mese di settembre l’incarico di Campo era stato conferito opportunamente  a titolo gratuito, come si può evincere dalla determina del sindaco n. 7 del 01/09/2009”.
Margherita si è chiesto per quale motivo, a distanza di soli 30 giorni dall’incarico gratuito, il sindaco abbia provveduto ad assegnare a Campo circa 6 mila euro al mese.

“È importante – ha proseguito Margherita - sostenere tutte le iniziative atte a contrastare il fenomeno della criminalità e le pericolose attività illecite che minacciano la comunità nissena, ma la decisione del sindaco di fare sborsare ai cittadini 12 mila euro per le prestazioni di Campo è fuori da ogni razionalità. Il sindaco avrebbe dovuto semplicemente seguire e sostenere lo straordinario esempio ‘apolitico’ offerto dall’associazione antiracket di Gela associata alla Fai (Federazione antiracket italiana), mediante la quale è stato possibile contrastare in modo fattivo il racket delle estorsioni raggiungendo in Italia il record delle denuncie da parte degli imprenditori taglieggiati”.

Il sindaco Campisi ha risposto precisando che a seguito della costituzione dell’Associazione Rosario Livatino, è stato conferito l’incarico a titolo oneroso affinchè provvedesse a effettuare l’esame e l’approvazione dell’adesione del Comune, in qualità di socio sostenitore, all’associazione antiracket.
 


Il primo cittadino. “L’incarico non sarà rinnovato”
 
CALTANISSETTA - Ecco come il sindaco nisseno, Michele Campisi, ha motivato le proprie scelte: “Il compenso di Salvatore Campo – ha dichiarato – è stato determinato, ai sensi della Lr n. 7/92 e successive modifiche e integrazioni, in misura uguale a quella per i dipendenti con qualifica dirigenziale negli enti locali. Avendo il dottor Campo esaurito il termine previsto dall’incarico non si intravede al momento esigenza alcuna di proroga o rinnovo dell’incarico”. 
Il sindaco, come previsto dalla legge, trasmetterà adesso al Consiglio una dettagliata relazione sull’attività svolta da Campo, ricordando che comunque la nomina degli esperti è una prerogativa posta al sindaco.
“Campisi – afferma Margherita – non ha risposto in modo esauriente ai quesiti avanzati. Tranne la buona notizia che Campo non continuerà più il suo incarico le altre risposte sono rimaste disattese”.

Articolo pubblicato il 22 gennaio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus