Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

Musumeci: "La burocrazia non ostacoli le imprese ma faccia da sostegno per favorire il loro sviluppo"
di Redazione

Il presidente della Regione Siciliana ha voluto incontrare i responsabili degli Ispettorati provinciali dall’Agricoltura. Evidenziata la necessità di migliorare la capacità di rispondere alle esigenze dei cittadini-utenti

Tags: Nello Musumeci, Burocrazia



PALERMO – “Dopo i capi dei nove Geni civili, ho voluto incontrare i responsabili degli Ispettorati provinciali dell’Agricoltura per avere un quadro completo delle criticità e delle potenzialità degli uffici, per meglio rispondere alle esigenze del cittadino-utente”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, al termine della riunione che si è tenuta nel Palazzo della Regione a Catania e alla quale hanno preso parte anche l’assessore all’Agricoltura Edy Bandiera e il dirigente generale del dipartimento, Carmelo Frittitta.
 
“Le imprese - ha aggiunto Musumeci - fanno fatica ad andare avanti e la burocrazia non può essere un freno, ma uno stimolo e un sostegno. In quest’ottica, presto, incontrerò anche i nove direttori della Motorizzazione civile”.
 
Nel corso dell’incontro, durato un paio d’ore, sono stati affrontati diversi temi: dalle condizioni organizzative degli Ispettorati e degli uffici periferici all’affitto delle varie sedi e alla loro informatizzazione, dall’accoglienza degli utenti alla mancanza di un Protocollo informatico. In particolare, per quanto riguarda le strutture decentrate sul territorio, è emersa l’esigenza di una riqualificazione e un potenziamento del personale - anche con corsi di formazione - visto l’alto numero di prepensionamenti che c’è stato e che ci sarà nei prossimi anni.
 
Musumeci si è soffermato sul miglioramento della capacità di rispondere, da parte dell’amministrazione regionale, alle esigenze degli imprenditori agricoli, con particolare attenzione alle imprese piccole e medie.
 
Altri temi discussi, nella lunga riunione - che per la prima volta ha messo attorno a un tavolo il presidente della Regione con i capi dei nove ispettorati provinciali - anche le difficoltà continue di rapporto con l’Agea per il pagamento dei premi agli utenti e l’accelerazione nell’istruttoria dei bandi del Programma di sviluppo rurale.

Articolo pubblicato il 11 ottobre 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus