Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

In Sicilia un'impresa green su 10 guidata da giovani under 35
di Rosario Battiato

Camera di commercio Milano: nell’Isola +14% negli ultimi 5 anni, sopra la media nazionale (+5%). Nella nostra regione occupati quasi mille addetti, l’11 per cento del totale nazionale

Tags: Green Economy, Sicilia



PALERMO – Verdi nell'età e nella tipologia di impresa. Lo dicono i numeri del 2018 della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi che hanno messo in fila le imprese del settore guidate da under 35. Anche la Sicilia fa la sua parte, con 359 aziende guidate da giovani su un totale di 3.399 imprese green. Negli ultimi cinque anni questo dato è cresciuto del 14,3%, statisticamente un terzo in più di quanto abbia fatto in tutta Italia (5,2%).
 
Le imprese green isolane valgono il 5,9% del totale nazionale, mentre le giovanili ne costituiscono poco meno del 9%. La porzione di imprese nazionale giovani sul totale delle aziende green vale il 7%, dato che risulta lievemente più elevato se circoscritto all'area isolana, dove il 10% delle imprese green è guidato da under 35.
Segnali di una vitalità importante che però non trovano ancora conferme nei numeri in valore assoluto. Le aziende isolane verdi e giovani sono numericamente inferiori al Piemonte (362), alla Lombardia (650), alla Campania (395), piazzandosi pertanto al quarto posto tra le regioni per numerosità.
 
Parziale consolazione è che si tratta di una posizione di prestigio rispetto alla graduatoria che invece prende in considerazione soltanto il totale delle imprese green: in questo caso l'Isola è superata dal Veneto (4.973), dalla Toscana (4.539), dal Piemonte (4.759), dalla Lombardia (10.511), dal Lazio (4.484), dall'Emilia Romagna (4.294) e dalla Campania (3.832), posizionandosi, pertanto, all'ottava posizione nazionale.
 
Tra le province, riesce a fare molto bene l'area etnea. Nella graduatoria delle prime 35 d'Italia, Catania, prima delle isolane, si piazza al decimo posto, con 79 imprese under 35 su un totale 709 imprese green attive. Al quindicesimo posto si trova la provincia di Palermo, con 68 imprese giovani su 670. Nella top 35 si rintracciano anche Messina, alla posizione numero 17 (66 imprese su 462), e Agrigento, alla numero 23 (50 su 362).
 
A livello di addetti, ce ne sono 8 mila in tutta Italia, considerando soltanto le imprese green, un numero che nell'Isola vale poco meno di un migliaio di unità (938). Quest'ultimo dato, che vale l'11% del totale nazionale, risulta essere il secondo d'Italia, battuto soltanto dai 1.200 registrati in Lombardia. In questo caso la provincia più coinvolgente risulta essere quella di Agrigento, dove si sono registrati 327 occupati, seguita da Catania, a 190, e quindi da Messina (132) e Palermo (108). Le altre tutte al di sotto del centinaio.
 
Il settore preferito dagli isolani, quello dove si concentra il maggior numero di aziende, è l’attività “di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti”, che ne vede 78, seguito, a poche unità di distanza da “fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata”.
 
Sul podio anche le “coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali”, con una sessantina di imprese. Bene anche le attività relative agli studi di architettura e d'ingegneria (44) e le altre attività professionali e tecniche (40).
 
“L’ambiente è un tema importante, legato alla qualità della vita delle nostre città – ha spiegato Bardelli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi –. Un settore vicino ai giovani e proprio alle nuove generazioni ci rivolgiamo con questa manifestazione dedicata al rispetto della natura e al riciclo dei materiali per nuovi utilizzi. Un vantaggio per l’economia circolare e per l’ecosistema”.

Articolo pubblicato il 15 marzo 2019 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus