Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Collaborazione Sicilia-Israele allo sviluppo
di Lucia Russo

Il presidente Lombardo ha incontrato Meir, ambasciatore d’Israele, Hatan, consigliere, e Cappellani pres. associazione Italia-Israele. Dallo smaltimento dei rifiuti alla coltivazione di prodotti tipici, fino alla ricerca tecnologica

Tags: Israele, Raffaele Lombardo, Economia, Gideon Meir



PALERMO - Smaltimento dei rifiuti, agricoltura, ricerca e tecnologia. Su questi punti Sicilia e Israele possono collaborare. Il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, ha incontrato nei giorni scorsi a Palazzo d’Orleans Gideon Meir, Ambasciatore d’Israele in Italia e Rami Hatan, Consigliere per gli affari politici e le relazioni esterne, che erano accompagnati da Alessandro Cappellani presidente dell'associazione Italia-Israele.

“Si è trattato di un proficuo incontro di collaborazione e di lavoro - ha commentato Lombardo - su alcuni temi che ci vedono particolarmente impegnati, il più importante dei quali riguarda lo smaltimento dei rifiuti. Abbiamo già avviato uno scambio di esperienze tra esperti siciliani ed israeliani che nei prossimi mesi vedrà un approfondimento per consentirci di utilizzare tecniche più moderne ed economiche in un settore per noi particolarmente delicato e importante già in atto in quella nazione”.

“Siamo molto contenti di questo invito del presidente Lombardo - ha detto l’ambasciatore Meir - perchè abbiamo parecchi temi sui quali poter lavorare insieme, anche in forza della lunga tradizione storica e culturale che accomuna i nostri popoli.
“Abbiamo invitato Lombardo ad aprile in Israele in occasione della nostra festività nazionale e siamo certi che in quella circostanza i legami potranno rinsaldarsi e approfondirsi anche in altri campi dell’economia e della cultura”.

Nel corso dell’incontro si sono affrontati anche aspetti di collaborazione sull’agricoltura e la coltivazione di alcuni prodotti tipici, sui quali Sicilia e Israele hanno compiuto significativi progressi tecnici e agroalimentari, convenendo sulla opportunità di approfondire questi scambi attraverso l’incremento di visite tra operatori del settore.“In ambito culturale - ha concluso Lombardo - contiamo di coinvolgere il museo d’arte moderna di Tel Aviv nel progetto triennale ‘Le citta del Mediterraneo’ realizzato in collaborazione con la Regione Campania e presentato proprio ieri e di inserire questo sito nei venti musei di altrettante citta' del Mediterraneo che partecipano a questa iniziativa”.

Un ulteriore tema di confronto è  stato quello della ricerca e della tecnologia. Sicilia e Israele avvieranno progetti comuni di cooperazione e interscambio grazie ad un fondo unico appositamente individuato.

Articolo pubblicato il 25 febbraio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐