Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania, un girone di ritorno da primato
di Dario Raffaele

Tags: Maxi Lopez, Martinez, Mascara, Mihajlovic, Inter, Catania



CATANIA - Strepitoso al Cibali. Volendo riecheggiare il verso di “Ciottiana” memoria del 4 giugno 1961, è necessario cambiare l’aggettivo, ma il prodotto non cambia. Non è possibile infatti parlare di clamore per una squadra costruita con intelligenza nel tempo dal suo a.d. Pietro Lo Monaco, messa in campo con saggezza dal generale Mihailovic e interpretata magistralmente da tutti gli attori scesi in campo. Sono cambiati i tempi: i valori delle squadre si sono livellati; ormai anche l’ultima in classifica può vantare tra le sue fila giocatori di qualità, più o meno stagionati o giovani di belle speranze che, in una partita singola possono dare tutto e di più e sconvolgere ogni pronostico (vedi la prodigiosa rimonta del Siena in casa della Juventus, sotto di 3 reti). Ma la vittoria del Catania è stata senz’altro strepitosa. Con un Izco in più nel motore, Mascara e Martinez alle ali, un Maxi Lopez a fare da ariete e pronto a capitalizzare ogni minima occasione, un muro difensivo che può contare su un redivivo Terlizzi e il sempre affidabile Silvestre oltre a un pendolino di sicuro valore (e avvenire) come Alvarez, il Catania ha messo le ali.

La consapevolezza dei propri mezzi è sicuramente l’arma in più della squadra allenata da Mihailovic, allenatore che ha avuto il merito di trasmettere la sua mentalità vincente, di dare coraggio a una squadra che non riusciva più a seguire Atzori e che era sprofondata in una crisi di risultati (più che di gioco) che sembrava inarrestabile. A quattro giorni dall’impresa, il Catania è tornato ad allenarsi. La prossima “finale” (come il “comandante” del Catania ama definire ogni partita), è quella di domenica a Chievo, per mettere un altro importante tassello verso il raggiungimento della salvezza. I risultati della ventottesima giornata di campionato tra l’altro hanno premiato il Catania restituendo l'immagine di una classifica mai così positiva nella corrente annata: quindicesimo posto confermato e massimo vantaggio sulla zona calda, sette punti in più rispetto al Livorno attualmente diciottesimo. E per una squadra che nel girone di ritorno può vantare numeri da far invidia all’Inter (16 punti conquistati contro i 14 dei nerazzurri), ogni impresa sembra alla portata. Partita dopo partita si può continuare il volo.

Articolo pubblicato il 16 marzo 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐