Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

QuellÂ’inaccessibile litorale
di Luca Insalaco

Legambiente chiede l’intervento di Regione, Comune e Capitaneria. Mondello ingabbiata, insufficienti varchi liberi e parcheggi

Tags: Palermo, Mondello, Legambiente



PALERMO - Mondello per pochi, ingabbiata da cancellate e staccionate, assediata dalle auto e dai clacson. L’arrivo della bella stagione mette in evidenza ancora una volta i tanti problemi irrisolti della borgata marinara più amata dei palermitani. È stata quella di Legambiente Sicilia, nei giorni scorsi, l’ultima voce che si è levata con forza per reclamare l’intervento delle istituzioni volto ripristinare le “condizioni di legalità e sicurezza” lungo il litorale. Gli ambientalisti, inoltre, hanno avviato una raccolta di firme da inviare alla Regione Siciliana, al Comune di Palermo ed alla Capitaneria di Porto di Palermo per “riaffermare il diritto alla pubblica fruibilità del mare di Mondello”. “I varchi di accesso libero previsti per garantire la fruibilità dell’area pubblica demaniale, non oggetto di concessione, sono di fatto negati – ha osservato l’associazione ambientalista -. Percorrendo tutto il golfo di Mondello, oltre 1500 metri lineari di concessione alla Società Mondello Immobiliare Italo Belga, sono, infatti, insufficienti i varchi liberi”. Le richieste dei firmatari vanno quindi dal libero accesso al mare, all’ampliamento della spiaggia libera; dall’incremento dei varchi liberi all’abolizione della staccionata sulla battigia.

La gestione del lido da tempo immemore si trascina dietro malumori e polemiche, che nelle scorse settimane hanno interessato anche l’organizzazione del “World festival on the beach”, la manifestazione allestita da Albaria in programma fino a domenica prossima. Le concessioni in capo alla Italo.Belga sono finite perfino a Roma, oggetto di un’interrogazione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a firma della senatrice del Pdl, Simona Vicari.Luigi Castellucci, amministratore delegato della società, dal canto suo, ha rivendicato il lavoro compiuto per la crescita degli spazi di concessionario, ricordando il taglio delle “capanne” operato negli ultimi anni a favore delle aree attrezzate e annunciato i progetti di mobilità sostenibile ed i  parcheggi che intende realizzare in collaborazione con il Comune di Palermo e l’Amat. L’amministrazione comunale, infatti, ha avviato i lavori per creare quaranta posti aggiuntivi nel parcheggio di via Saline ed ha allo studio la realizzazione di un altro parcheggio in via Galatea, oltre ad un progetto di pedonalizzazione del litorale.

Articolo pubblicato il 21 maggio 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus