Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Caltanissetta - Vigili urbani: controlli impossibili e città abbandonata a se stessa
di Annalisa Giunta

Soltanto 52 unità in servizio per controllare tutta la città. Anche l’età media rappresenta un problema. Il comandante Cucchiara sullo scarso numero di agenti: “Situazione drammatica”

Tags: Polizia Municipale, Caltanissetta, Ippolito Cucchiara



CALTANISSETTA - Polizia municipale sotto organico: è quanto emerge osservando la pianta organica del personale. “La situazione – afferma il comandante Ippolito Cucchiara – è drammatica. Attualmente su tre funzionari previsti abbiamo una vacanza di tre unità, su 18 commissari solo tre sono in servizio, mentre su cento agenti previsti prestano servizio solo 52 unità”.
“Dobbiamo - prosegue Cucchiara - tener conto anche dell’età media degli agenti, che è di 51 anni, con molti sessantenni che ben presto andranno in pensione e, vista la loro età, dovrebbero esser messi ai servizi sedentari. Con molta buona volontà, invece, capendo la situazione all’interno del comando, svolgono i servizi esterni”.

“Nonostante - sottolinea il comandante -siano arrivate 17 unità Puc, la situazione non ci consente di coprire l’intero territorio e di svolgere servizi aggiuntivi”.
Un numero di agenti basso visti i diversi compiti che la Polizia municipale svolge quotidianamente: viabilità, polizia ambientale, polizia commerciale e annonaria, polizia edilizia, servizi generali, informazioni patrimoniali, servizi informativi, polizia rurale, notifiche per ragioni di giustizia.

“Un carico di lavoro - sostiene Cucchiara - eccessivo rispetto al personale, che gli agenti cercano di svolgere nel miglior modo possibile rinunciando anche al riposo compensativo settimanale”.
“L’amministrazione - conclude - ha promesso un intervento per far fronte a questa situazione e non dubito che a breve saranno trovate delle soluzioni per incrementare il numero degli agenti e degli ufficiali”.

Intanto, il comandante Cucchiara, lo scorso 6 maggio, nella veste di dirigente del settore, vista la grave situazione deficitaria dell’organico del corpo di Polizia municipale e in particolare quella relativa alla categoria di istruttore direttivo D1  (15 posti vacanti su 18 previsti in pianta organica) ha emesso la delibera n. 548 in conformità a quanto previsto dall’articolo 52 del D. Lgs 165/2001 per ricoprire un posto a tempo temporaneo.
Anche questa strada, comunque, si è rivelata più tortuosa del previsto.
 


Verifiche. Richieste della I^ Commissione consiliare
 
CALTANISSETTA – La determina emessa nei giorni scorsi ha suscitato le perplessità delle organizzazioni sindacali e del direttore generale comunale, Luciano Abbonato. Tre i fattori determinanti: legittimità della delibera, aspetto economico e opportunità. La I Commissione consiliare “Affari generali”, di cui è presidente pro tempore Lorenzo Tricoli, ha voluto incontrare il comandante Cucchiara per chiarire i punti avanzati da Abbonato. Rispetto alla legittimità della determina, così come già valutato dalla commissione trasparenza, la I commissione ha ribadito che l’atto è stato assunto in conformità all’art. 52 del D.Lgs 165/2001; dal punto di vista dell’economicità la determina prevede la corresponsione del trattamento previsto per le mansioni assunte e che la stessa è stata oggetto di regolare copertura finanziaria; infine, dal punto di vista del’opportunità è stato constatato che il posto messo a bando è previsto nel Piano triennale occupazionale 2009-2011.

Articolo pubblicato il 12 giugno 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus