Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Dai fondi Ue 50 mln per le famiglie
di Francesco Sanfilippo

L’assessore al Lavoro Leanza ha presentato numerosi progetti a favore dei soggetti a rischio di esclusione sociale. Oltre ai nuclei familiari numerosi sono previsti interventi per gli ultrasettantacinquenni

Tags: Famiglie, Aiuti, Leanza



PALERMO - In Sicilia, la crisi economica si fa sentire, ma le persone a rischio di esclusione sociale potranno beneficiare dei diversi interventi e azioni messi in atto da parte delle Istituzioni. Nel corso della conferenza-stampa tenutasi l’11 agosto all’Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, l’assessore Lino Leanza ha presentato alcuni bandi a favore dei soggetti a rischio e delle famiglie numerose.

Complessivamente sono stati impegnati 50 milioni, previsti dai Fondi strutturali Europei, per progetti a favore dell’inclusione sociale dei soggetti più svantaggiati, tra cui figurano quelli presentati da 25 raggruppamenti di comuni e da 18 strutture del privato-sociale dedite al recupero dei detenuti. Di questi fondi, 20 milioni devono essere spesi entro il dicembre 2010 per evitare che vadano perduti. Inoltre, è stata presentata la graduatoria riguardante gli anziani ultrasettancinquenni che potranno fare richiesta per ottenere circa 1200 euro nei comuni di appartenenza.

Oltre a ciò, sarà pubblicata entro settembre la graduatoria per le famiglie numerose che abbiano fatto richiesta di voucher di sostegno, già disponibili, e che così potranno prendere un assegno di 1200 euro da impiegare per le attività sportive o didattiche dei figli. Le famiglie che hanno presentato domanda, sono 3.432, ma non hanno ancora risposto 50 comuni. Nonostante ciò, questi due fondi impegneranno complessivamente circa 9 milioni di euro da investire entro il dicembre 2010. Per di più, l’iter della legge 328/91, è stato quasi del tutto completato, giacché sono stati approvati 50 piani di zona, 3 comuni (Palermo, Caltanissetta e Enna) stanno per completare l’iter entro agosto, mentre hanno difficoltà i comuni di Castelvetrano e di Petralia Sottana.

Insieme a questi progetti, è stata presentata la circolare sul bonus bebè che permetterà di offrire 1000 euro per ogni nato, mentre la domanda andrà avanzata entro il 30 agosto. Per velocizzare la presentazione di queste domande da parte dei comuni, esiste un help-desk a disposizione di tutti gli enti locali che avranno una password e che serviranno al personale del comune preposto per inviare la richiesta delle famiglie numerose con un nuovo nato. L’assessore Leanza ha dichiarato: “Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro svolto nei dipartimenti cui va il grande merito dei risultati ottenuti. Del resto, la Sicilia sta affrontando un momento di grandissima difficoltà per quanto riguarda la povertà e l’esclusione dei soggetti più deboli e cerchiamo con questi interventi di rendere più serena la vita dei nostri cittadini”.

Articolo pubblicato il 13 agosto 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐