Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ponte sullo Stretto di Messina, si avviano verso la conclusione le indagini geognostiche
In corso di estrazione i campioni di terreno con il metodo del congelamento, a breve anche a Villa S. Giovanni. Il presidente Anas, Pietro Ciucci: “Tempi rispettati, il progetto definitivo entro la fine dell’anno”

Tags: Ponte Sullo Stretto, Anas, Pietro Ciucci



MESSINA - La campagna di indagini geognostiche, propedeutiche alla redazione del progetto definitivo del ponte sullo Stretto di Messina, si avvia verso la fase conclusiva. Sono in corso di estrazione i primi campioni di terreno con il metodo del congelamento presso il cantiere di via Circuito, a Messina, E a breve le estrazioni saranno avviate anche a Villa San Giovanni, in località Cannitello.

Tale metodo, impiegato nei luoghi dove sorgeranno le torri del ponte, spiega la società Stretto di Messina, “utilizza una tecnica all’avanguardia che consente prelievi con diametro di 30 centimetri e lunghezza pari a 70 centimetri”.
“Il rispetto dei tempi, della qualità e dei costi dell’opera è un aspetto fondamentale che da sempre la Stretto di Messina persegue con grande impegno - ha commentato l’amministratore delegato della Stretto di Messina, Pietro Ciucci -. In linea con quanto previsto a breve sara’ ultimata la campagna di indagini geognostiche che, coerentemente con il programma dei lavori, prevede il completamento del progetto definitivo del ponte entro il mese di dicembre. Si tratta di un altro impegno preso e mantenuto nei tempi”.

“Ritengo inoltre - continua Ciucci - che in occasione di queste prime attivita’ di cantiere la Stretto di Messina, unitamente alla squadra del ponte, Contraente generale, Monitore ambientale e Project Management Consultant, abbiano dimostrato, oltre che la capacità di mantenere fede agli impegni assunti, una dovuta e necessaria attenzione nei confronti della cittadinanza.
Questa attenzione, mi riferisco anche ai sondaggi presso i condomini di Due Torri e Torre Faro di Messina, ha permesso di superare i problemi, peraltro emersi sulla base di affermazioni non corrispondenti alla realtà.
Ritengo pertanto che mantenere un dialogo costante con il territorio sia una delle chiavi di volta per realizzare un’opera importante come il ponte sullo Stretto di Messina”.

Articolo pubblicato il 08 ottobre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus